Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Raccolta firme contro il "Parco dell'amore"

Love Parking a Napoli, è polemica: opposizione sulle barricate


.

Love Parking a Napoli, è polemica: opposizione sulle barricate
14/02/2012, 17:02

C’è chi la commenta con imbarazzo, chi crede che sia cosa buona e giusta, chi invece critica l’iniziativa bollandola addirittura come immorale. Fatto sta che la proposta avanzata dal consigliere di Sel Patrizio Gragnano, del Parlamentino della Municipalità di Barra, Ponticelli, San Giovanni, ha già incassato il primo sì dell’assise, con 13 voti favorevoli e 8 contrari. Questo San Valentino 2012 verrà ricordato anche per la polemica scoppiata sul Parco dell’Amore. Che c’è di male, se si adibisce un parco abbandonato a parcheggio per fare l’amore sicuro, nella città dove fare sesso in macchina è ormai una pratica consolidata ad alto rischio, a causa di malintenzionati pronti ad aggredire le coppiette in cerca di un po’ di intimità. D’altronde i partenopei – secondo il giornale inglese Independent – lo farebbero in auto perché condizionati dalla crisi, tornando alle abitudini degli anni Settanta quando le coppie erano costrette alle “fuitine” d’amore pur di non farsi scoprire.
Stavolta tabù e pudore c’entrano davvero poco. È più questione di denaro e di stanze d’albergo che non sono alla portata di tutti, e che spingono quindi i giovani innamorati ad effusioni in luoghi appartati, coprendo finestrini e vetri con pagine e pagine di giornale.  E così intere aree della città, dall’intramontabile parco Virgiliano ai parcheggi abbandonati di periferia, divengono nidi d’amore a cielo aperto, tra le proteste di residenti che spesso si trovano ad assistere a  scene peccaminose.
Ma la verità è che a Napoli l’abitudine di fare l’amore in macchina non è mai scomparsa,  anzi. È stata addirittura fatta entrare nell’immaginario collettivo attraverso film,  sketch televisivi,  canzoni. “Nun sarrà na stanza”, cantava Tony Tammaro, “ma è buono pure ‘o parco ‘a Rimembranza”. Ed ecco che a breve in città potrebbe nascere il primo Love Parking napoletano, con tanto di controlli all’ingresso, pannelli divisori per i vari box dell’amore, e ticket orario per le ore liete. La proposta però fa discutere. E c’è chi cerca di mettersi di traverso, per scongiurare l’apertura del parcheggio per gli innamorati. Oltre al Terzo Polo e al Pdl, il consigliere Giovanni Riccardi (Gruppo Liberi per il Sud) annuncia una raccolta firme contro l'apertura del Lovely Park.  

Commenta Stampa
di dg
Riproduzione riservata ©

Correlati