Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lsu del Comune di Portici. Grande partecipazione all’assemblea sindacale dei lavoratori


Lsu del Comune di Portici. Grande partecipazione all’assemblea sindacale dei lavoratori
12/03/2013, 14:52

I dipendenti dell’Ente di via Campitelli, solidali ai colleghi Lsu per i quali in questi giorni è stato proclamato lo stato di agitazione, si sono ritrovati stamattina per dire no alla trasformazione dei contratti che costringerebbe 54 lavoratori e le loro famiglie a vivere con poco più di 370 euro al mese con il forte rischio di licenziamento.

 “Erroneamente l’Amministrazione con numerosi atti ha cercato di inquadrare gli Lsu di Portici  come lavoratori a tempo determinato con la conseguenza  del loro licenziamento a termine del contratto. In questo modo 54 dipendenti che prestano il loro servizio- socialmente utile- per l’Ente di via Campitelli da circa 17 anni si ritroverebbero fuori dal mondo del lavoro”.

 L’assemblea ha visto la partecipazione spontanea anche di alcuni cittadini ed esponenti politici che, ravvisati dall’emergenza in cui verserebbe la Città a fronte della sospensione dei servizi, sono venuti a rendersi conto di persona anche della sensibilità di questa amministrazione.

 “La situazione che verrebbe a crearsi con la mancata stabilizzazione di questi lavoratori creerebbe un grave danno sociale sia riguardo a 54 famiglie sia rispetto alla qualità dei servizi che l’ente non riuscirebbe più a garantire a partire dall’assistenza scolastica. “Questo è quanto affermato dalle OO.SS presenti all’assemblea- “E per questo oggi pomeriggio alle 17.30 si terrà una manifestazione tra le vie cittadine”

  “Ci hanno costretto a scendere in piazza, non solo per il netto taglio al salario che si produrrebbe, ma innanzitutto per la tutela del diritto al lavoro dei 54 Lsu e per le gravissime ripercussioni che potrebbero esserci sui servizi alla cittadinanza porticese” Dichiara Biagio Prezioso, Dirigente territoriale Cisl Fp Napoli.

 “Questi lavoratori che hanno combattuto nelle fabbriche per i loro diritti se non dovessero essere stabilizzati sarebbero fuori dal bacino degli Lsu e per questo si deve proseguire il percorso di lotta anche chiedendo incontri con la classe politica” Dichiara Giovanni Nughes, Segretario confederale Cgil Napoli.

 “Gli Lsu di Portici non possono neppure più beneficiare dell’assegno  ASU che per assurdo è addirittura superiore a quanto percepirebbero con il nuovo contratto proposto dall’amministrazione di Portici” dichiara Rega, Segretario confederale Uil Napoli.

 “La situazione di disagio degli lsu  è quella che stanno vivendo anche i lavoratori delle ditte attraverso le quali il Comune di Portici offre servizi alla cittadinanza, quali mensa scolastica, servizi cimiteriali, servizi pulizia, servizio raccolta rifiuti, e per questo li abbiamo invitati oggi pomeriggio a partecipare alla manifestazione”. Dichiara Alessandro Leonardi, Rsu Csa Comune di Portici.

 Le organizzazione sindacali a termine dell’assemblea, manifestando le forti preoccupazioni sul rischio di non governo delle tensioni sociali,  hanno richiesto al Prefetto di Napoli di farsi garante per aprire un dialogo tra le parti  al fine di “stabilire l’ordine delle cose definito nel percorso di tutela del lavoro” .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©