Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si discute una delibera per arterie principali

Lungo via Marina pronto il rifacimento del manto stradale


.

Lungo via Marina pronto il rifacimento del manto stradale
29/05/2013, 13:02

NAPOLI - Per via Marina è pronto un nuovo look: basta con i rattoppi di ogni genere per tentare di porre rimedio a buche e disagi di ogni genere. E' infatti arrivato il si del soprintendente alla rimozione dei sanpietrini, che dovrebbero essere sostituiti dall'asfalto. Il via libera arriva direttamente da Giorgio Cozzolino, ed è contenuto in una lettera che ha ricevuto l'ex assessore alla mobilità Anna Donati ed ora passato in consegna al nuovo assessore alle Infrastrutture Mario Calabrese. I lavori per il rifacimento del manto stradale che coinvolgeranno via Marina prevedono una spesa complessiva di 17 milioni di euro, denaro facente parte della somma destinata alla riqualificazione di Napoli Est.Per migliorare le condizioni della viabilità cittadini è quindi previsto un piano che coinvolge diverse municipalità. Il primo tassello è rappresentato dal rifacimento di via Arcoleo (un tratto di strada150 metridi strada) e si prosegue con galleria della Vittoria; via Torquato Tasso; galleria Quattro Giornate e Salita Piedigrotta. In merito alla II municipalità interventi di riqualifica sono previsti per le seguenti strade: via Cristoforo Colombo, via Imbriani, corso Arnaldo Lucci, via Salvator Rosa, via Girolamo Santacroce, via Amerigo Vespucci, corso Vittorio Emanuele II, tratta piazza Giuseppe Mazzini-piazzetta Cariati.                                                Gli interventi toccheranno anche via Arenaccia, calata Capodichino, via Nicola Nicolini, via Ponti Rossi, via Reggia di Portici, via Ponte dei Granili, sia Salvo D'Acquisto, via Aniello Falcone, via Giaginto Gigante, via Eduardo Suarez, via ponte dei Francesi, corso San Giovanni e via Caio Duilio. Per ognuna di queste arterie, che rappresentano punti nodali del sistema della viabilità complessiva della città, esistono vincoli che solo la soprintendenza può sciogliere.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©