Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anche Enrico Letta poteva chiedere soldi al tesoriere

Lusi ai senatori: "Non potevo mica controllare le fatture"


Lusi ai senatori: 'Non potevo mica controllare le fatture'
24/05/2012, 10:05

ROMA - Lunga audizione, finita solo verso mezzanotte, quella dell'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi davanti alla Giunta per la autorizzazioni a procedere del Senato, che deve decidere se concedere o meno l'autorizzazione all'arresto del senatore, come chiesto dalla Procura di Roma.
Durante la quale, è emersa una novità: secondo Luis, anche Enrico Letta aveva la facoltà di chiedere al tesoriere fondi per le attività politiche da svolgere. Ha poi corretto le dichiarazioni fatte alla precedente audizione, quando disse che i soldi non venivano necessariamente affidati ai politici in cambio di fatture. Ieri Lusi ha specificato che le fatture c'erano, ma che lui non era in grado di verificare se fossero veritiere o fittizie. Ha poi confermato di aver pagato due fatture per il sindaco di Firenze Matteo Renzi (circostanza smentita da quest'ultimo).
Naturalmente ci sono state molte domande, alle quali Lusi ha risposto con esitazioni e i soliti "non so, non ricordo". Secondo le prime anticipazioni, l'orientamento in Giunta è di dare l'ok all'arresto del senatore del Pd.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©