Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Si tratta dei soldi pubblici usati a fini privati

Lusi condannato dalla Corte dei Conti a risarcire 22 milioni


Lusi condannato dalla Corte dei Conti a risarcire 22 milioni
30/12/2013, 19:14

ROMA - La Corte dei Conti del Lazio ha condannato l'ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi, a risarcire 22,81 milioni di euro per danni erariali. Si tratta della somma che è stato calcolato Lusi dovrà restituire al Ministero delle Finanze per i soldi pubblici utilizzati per uso privato. 
In particolare, Lusi usò questi soldi - facenti parte dei rimborsi elettorali spettanti alla Margherita, partito ormai defunto -  per comprarsi una abitazione e mise il resto su alcuni conti correnti (intestati a società straniere) in Canada, per poi riportarli in Italia con lo scudo fiscale. L'escamotage agevolò anche il riciclaggio della somma, grazie all'anonimato che quella legge consentiva. 
Così partirono le indagini della Procura di Roma, sfociate nell'arresto - autorizzato dal Senato, di cui Lusi faceva parte - e nel processo penale che è tuttora in corso. E in questo processo amministrativo, che ha stabilito la restituzione della cifra. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©