Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma il Senato blocca l'attività delle Fiamme Gialle

Lusi offre le sue case in pegno, la Gdf indaga sui conti della Margherita


Lusi offre le sue case in pegno, la Gdf indaga sui conti della Margherita
07/02/2012, 16:02

ROMA - Continuano le indagini della Procura di Roma sulla vicenda di Luigi Lusi, l'ex tesoriere della Margherita che ha trasferito 13 milioni di euro sui propri conti. In particolare, ora è sotto osservazione la parte dal 2007 in poi. Infatti tre commercialisti - Giovanni Castellani, Mauro Cicchelli e Gaetano Troina - hanno segnalato alcune stranezze, come "spese camuffate" che non è possibile specificare. E quindi il Pm ha mandato la Guardia di Finanza a verificare i conti correnti del partito ormai defunto presso la sede Bnl del Senato.
Una attività subito fermata - secondo quanto si è saputo - dal Presidente del Senato Renato Schifani, che si sarebbe appellato all'inviolabilità che la Costituzione assegna ai parlamentari, chiedendo in proposito un parere alla Giunta per le immunità.
Intanto Lusi è tornato nuovamente alla carica con la Procura per chiedere un patteggiamento. Questa volta offrendo in garanzia non più una fideiussione di 5 milioni (la prima non era stata ritenuta affidabile) bensì quote della società TTT srl, gestita da Lusi e proprietaria degli appartamenti da lui acquistati con i soldi della Margherita.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©