Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Ancora tutta da scoprire la dinamica della tragedia

Macabra scoperta a Firenze, trovati morti madre e figlio


Macabra scoperta a Firenze, trovati morti madre e figlio
10/12/2010, 18:12

FIRENZE – E’ avvolta nel mistero la morte di un uomo e una donna, madre e figlio, alla periferia Ovest della città. I corpi, rinvenuti oggi, presentavano ferite da armi da taglio: sarebbero circa sette le coltellate ritrovate sul collo di lei ed altrettante sul corpo di lui.
I due, Bruna Bolsi di 82 anni e Gianni Coli di 55, vivevano in via Baccio da Montelupo: i loro resti sono stati trovati in camera da letto, in posizione supina ed in una pozza di sangue.
Inizialmente, gli inquirenti avevano pensato ad un gesto estremo della donna, che avrebbe prima ammazzato il figlio e poi si sarebbe tolta la vita. Tuttavia, lo sviluppo delle indagini sta portando ad ipotizzare che si sia invece trattato di omicidio da parte di ignoti. “Stiamo chiarendo la dinamica, ma non possiamo ancora dare una ricostruzione definitiva", ha detto il sostituto procuratore Luciana Piras, che coordina le indagini. A dare l'allarme alla Polizia sarebbe stato un parente delle vittime, allarmato dal fatto che non riusciva a contattarli.
Intanto, alcuni testimoni dicono di aver sentito un uomo che questa notte, intorno alle 2 e 30 circa, avrebbe bussato a molte porte del condominio dove risiedevano le vittime, dicendo di aver perso il lavoro e di non avere i soldi per comprare da mangiare al figlio. Per questo motivo, resta aperta anche l’ipotesi di un agguato.
Un vero e proprio giallo, insomma, lontano dalla soluzione. L’arma usata per il macabro assassinio non è stata, infatti, ancora trovata.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©