Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Trovati nella struttura 592 capi ovini ancora vivi

Macelleria clandestina di ovini sequestrata a Roma

la carne venica commercializzata senza alcun controllo

Macelleria clandestina di ovini sequestrata a Roma
24/12/2011, 12:12

In vista delle festività natalizie, l’intensificazione dei controlli nel comparto agro.-alimentare a tutela dei consumatori, ha portato all’individuazione di un’azienda agricola in cui venivano commercializzati quintali di carne senza tracciabilità. Sono stati i finanzieri del Comando provinciale di Roma che, nell’operazione denominata “Belante” ha individuato l’azienda vinicola che operava macellazione clandestina di ovini nel comune di Roma. Nella struttura, attualmente sotto sequestro, sono stati rinvenuti 592 capi ancora vivi.
L’identificazione dell’azienda è stata condotta dall’operato delle Gialle del Gruppo di Ostia in stretta collaborazione con l'ASL Roma C. In una nota si fa sapere che l’azienda "senza alcun rispetto dei requisiti minimi igienico-sanitari previsti dalla legge, macellava e commercializzava carne ovina, priva di ogni indicazione di tracciabilità, che sarebbe presumibilmente finita sulle tavole imbandite di Natale di ignari acquirenti", nella stessa si comunica inoltre che "I finanzieri hanno quindi proceduto al sequestro dell'intera azienda agricola, compresa una cella frigorifera nella quale sono stati rinvenuti 24 capi macellati, nonché 592 capi di bestiame vivi .Le attività investigative si sono concluse con la chiusura sanitaria dell'intera struttura produttiva e con la denuncia all'autorità giudiziaria dei quattro responsabili per violazione delle normative che garantiscono la salubrità degli alimenti e per detenzione di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione".

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©