Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha perso la vita un ragazzo 22enne: Paolo Baglione

Maciullato dalle eliche del gommone: gioco finito in dramma

Manovra errata o gioco da “pirati del mare”?

Maciullato dalle eliche del gommone: gioco finito in dramma
04/08/2011, 10:08

Un gioco tra ragazzi terminato poi in tragedia. Due gommoni, un’acqua scooter e un gruppo di amici che si inseguono a poca distanza dalla costa: poi però uno dei ragazzi perde l’equilibrio e cade in mare e finisce con l’essere maciullato dalle eliche del gommone stesso. È morto così Paolo Baglione, 22 anni e palermitano, nel golfo di Mondello. Il giovane, avendo perso l’equilibrio forse per la forte velocità a cui andava, è caduto in mare e aggrappatosi al gommone nel tentativo di salvarsi è stato maciullato dalle eliche. Immediati i soccorsi e il trasferimento nel vicino ospedale, ma nulla da fare: il 22enne Paolo Baglione era già morto.
Un incidente dovuto a una manovra errata, hanno raccontato gli amici della vittima che erano a bordo dei due gommoni. Ma i testimoni che hanno assistito alla sciagura forniscono una ricostruzione diversa che lascia spazio appunto all’ipotesi di un gioco tra ragazzi finito in tragedia. La polizia e gli uomini della Guardia Costiera hanno interrogato a lungo in banchina i ragazzi che erano a bordo dei due gommoni per ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente, ma la loro versione infatti non coincide con quanto riferito dalle testimonianze dei bagnanti. Ne è convinto anche il consigliere comunale Rosario Filoramo, appassionato di nuoto, che afferma di avere assistito in diverse occasioni alle pericolose evoluzioni di quelli che definisce, senza mezzi termini, “pirati del mare”. “Si assiste con frequenza a raid di motoscafi o delle pericolosissime moto d’acqua a pochissimi metri dai bagnanti inermi - afferma - bisogna impegnarsi nel reprimere questi fenomeni e restituire sicurezza a tutti gli amanti del mare”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©