Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Era legato alla cosca dei Rinzivillo clan di Cosa Nostra

Mafia: arrestato a Varese il latitante Salvatore Fiorito

Clan colpito mesi fa da 63 ordinanze di custodia cautelare

Mafia: arrestato a Varese il latitante Salvatore Fiorito
25/10/2011, 18:10

VARESE - È stato arrestato dalla Squadra mobile di Varese il latitante Salvatore Fiorito, di 67 anni, accusato di associazione a delinquere di stampo mafioso e di traffico di sostanze stupefacenti. L'uomo, originario di Catania, era sfuggito all'arresto nell'ambito dell'operazione Tetragona, che nei mesi scorsi aveva colpito il clan di Cosa Nostra dei Rinzivillo con l'esecuzione di 63 ordinanze di custodia cautelare in carcere in Sicilia e in Lombardia.  Gli agenti hanno sorpreso Fiorito all'interno di un appartamento adibito a laboratorio tessile, dove l'uomo aveva ricavato una stanza sotterranea per nascondersi in caso di perquisizioni. Secondo le ricostruzioni il latitante rivestiva un ruolo di primo piano in un'organizzazione criminale legata alla cosca gelese dei Rinzivillo e radicata nella zona di Busto Arsizio, che attraverso estorsioni e traffico di droga si procurava denaro da investire in attività imprenditoriali. Fiorito nel gruppo capeggiato da Rosario Vizzini, già agli arresti, si sarebbe occupato in particolare del traffico di cocaina. Era già stato coinvolto in diverse indagini su fatti di sangue avvenuti in provincia di Varese negli anni '80 e '90, fra cui l'omicidio del pregiudicato Gaetano Greco, per il quale però era stato assolto. L'uomo è stato portato nel carcere di Opera (Milano), a disposizione dell'autorità giudiziaria di Caltanissetta, che aveva coordinato le recenti operazioni contro i clan dei Rinzivillo e degli Emmanuello e le loro ramificazioni nel Nord Italia. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©