Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Era il “nuovo capo del mandamento di Corleone”

Mafia: arrestato Gaetano Riina, fratello di Totò


Mafia: arrestato Gaetano Riina, fratello di Totò
01/07/2011, 10:07

PALERMO – È considerato il nuovo capo “del mandamento di Corleone” e con il fratello Totò avrebbe dato vita ad una vera e propria dinastia. Anche Gaetano Riina è tra le personalità di spicco nel giro di Cosa Nostra: ma oggi il boss, 79 anni, è stato arrestato. In cella, insieme a lui, altre tre persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione: due, Alessandro Correnti di 39 anni e Giuseppe Grizzafi di 33, erano suoi pronipoti, il terzo è un 57enne di Bagheria, Giovanni Durante.
Dall’inchiesta, durata 3 anni, è emerso il ruolo di vertice che Gaetano Riina aveva assunto, nonostante vivesse da tempo a Mazara del Vallo, anche in virtù del legame di parentela col capo di Cosa Nostra: rappresentava il mandamento e gestiva i rapporti, molto spesso delicati, con gli altri clan della provincia.
Gaetano Riina è stato arrestato nella sua casa di Mazara del Vallo: non ha opposto alcuna resistenza. Il fratello del capo mafia ha precedenti per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti, che risalgono alla fine degli anni ‘80. L’attività investigativa appena conclusasi rappresenta un duro colpo al clan mafioso dei corleonesi e ha permesso di delineare il nuovo assetto del mandamento mafioso di Corleone e delle storiche famiglie che avevano subito durissimi colpi con l’arresto dei capi storici e con il sequestro di numerosi beni, dopo l’operazione Perseo, sempre condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©