Cronaca / Nera

Commenta Stampa

L'uomo gestiva il traffico di droga nel milanese

Mafia, arrestato latitante Gioacchino Matranga


Mafia, arrestato latitante Gioacchino Matranga
01/01/2010, 15:01

MILANO – Se il 2010 dovrà essere un anno di lotta serrata alla criminalità organizzata, l’ultimo giorno dell’anno 2009 ha certamente dato l’input al secondo decennio del nuovo secolo. Dopo i numerosi, quanto risolutivi interventi delle forze dell’ordine che hanno portato dietro le sbarre esponenti di spicco di clan camorristici e mafiosi, ieri è finito in manette l’ennesimo volto della malavita palermitana. Gli uomini della Squadra Mobile hanno catturato ieri a Milano, Gioacchino Matranga, 64enne di origini palermitane, meglio conosciuto come persona fidata dei clan di “Cosa Nostra”. Matranga era latitante dopo esser stato condannato a scontare una pena residua di oltre diciassette anni di reclusione.
L’arrestato viveva a Milano da più di dieci anni, nel corso dei quali era sempre stato chiamato in causa in alcuni tra i più importanti processi contro "Cosa Nostra". Matranga, seppur ritenuto membro esterno ai clan siciliani, è sempre stato attivo, secondo le forze dell’ordine, nel traffico internazionale di stupefacenti. A fianco a lui “lavorava” il fratello Piero, con cui gestiva il traffico di droga nel capoluogo lombardo.
Già agli arresti domiciliari per ragioni di salute, Matranga viveva in quel di San Giuliano Milanese.
Nello scorso mese di ottobre, si era allontanato da San Giuliano, dando vita alla sua bimensile latitanza. Alle 18.30 dell’ultimo giorno del 2009 la sua fuga è terminata. Gli uomini della squadra mobile lo hanno tratto in arresto nel quartiere Corvetto a Milano.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©