Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mafia: avvisi di garanzia per l'ex generale Mori e Ciancimino


Mafia: avvisi di garanzia per l'ex generale Mori e Ciancimino
27/10/2010, 15:10

PALERMO - Avvisi di garanzia per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa sono stati consegnati lunedì scorso sia a Massimo Ciancimino che all'ex comandante del Ros, Mario Mori. Ma le posizioni dei due sono diverse. Mori è sospettato di aver collaborato con la malavita organizzata mentre era ai Ros. Per Massimo Ciancimino, invece, l'iscrizione a registro degli indagati è stata causata dalle sue stesse dichiarazioni, che hanno cambiato la sua posizione. Infatti finora era stato considerato una persona che agiva per conto del padre, ma senza una totale consapevolezza di ciò che faceva, nel suo ruolo di "contatto" tra il padre Vito e Bernardo Provenzano. Ma con le sue dichiarazioni, Ciancimino jr. ha dimostrato di avere una parte attiva, e questo può configurare il reato di cui è accusato. Ma allo stesso tempo, per quanto possa sembrare paradossale, questo dimostra che è considerato pienamente credibile dai magistrati. Altrimenti al più gli avrebbero contestato la calunnia o l'autocalunnia.
Nello stesso procedimento sono indagati per attentato a corpo politico il numero due di Mori, Giuseppe De Donno, Bernardo Provenzano e Antonino Cinà.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©