Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

"Attualmente pericolosi a livello sociale", dice il giudice

Mafia Capitale: confiscati decine di milioni a Buzzi e Carminati.


Mafia Capitale: confiscati decine di milioni a Buzzi e Carminati.
17/05/2018, 19:34

ROMA - Il Tribunale di Roma ha deciso la confisca di beni per un valore di decine di milioni di euro a carico di diversi imputati dei processi per "Mafia Capitale". In particolare, si tratta di beni già sequestrati a Massimo Carminati, Salvatore Buzzi, Riccardo Brugia, Cristiano Guarnera, Agostino Gaglianone, Giuseppe Ietto Roberto Iacopo, Fabio Gaudenzi e Giovanni De Carlo. Il passaggio dal sequestro alla confisca è molto importante, dal punto di vista legale, dato che i beni in questione diventano definitivamente di proprietà dello Stato che poi li assegnerà a scopi sociali, come accade sempre in questi casi. 

Tra i beni sequestrati ci sono operer d'arte, auto, magazzini, depositi ed altri immobili, oltre a conti correnti, libretti di deposito e quote societarie. Nella sentenza si spiega come Buzzi e Carminati siano "pericolosi socialmente e la loro pericolosità, ritenuta di rilevante spessore, ha ancora oggi i caratteri dell'attualità".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©