Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presunto boss dopo una pausa di nove mesi ritorna in rete

Mafia, Mandalà sul suo blog contro il 41 bis


Mafia, Mandalà sul suo blog contro il 41 bis
18/09/2012, 20:44

PALERMO – Ha ripreso a pubblicare post sul suo blog personale dopo una pausa durata 9 mesi, Nino Mandalà, l’uomo ritenuto dagli inquirenti il capomafia di Villabate a Palermo.

E’ stato, finora, l’unico presunto boss che ha manifestato le proprie opinioni attraverso il web. L’ultimo argomento trattato riguarda il 41 bis, il regime di carcere duro. “Ho sperimentato sulla mia pelle – ha scritto Mandalà - cosa significa sollevare il problema relativo al regime del 41 bis per essere stato investito, quando ho affrontato l’argomento, da invettive, insulti e inviti a finire i miei giorni in un gulag. Non è ammissibile che esseri umani, fatti della stessa carne di noi tutti, subiscano l’inferno di una condizione intollerabile quale è quella del 41 bis reiterato ininterrottamente per decenni senza considerare le nuove sensibilità maturate nel frattempo nell’animo dei detenuti”.

Nel post viene lanciato anche un appello a diverse personalità pubbliche tra cui Pannella, Pisapia, Ostellino, Della Vedova, Scalfari, Veronesi affinché si rivolgano all’associazione “Liberarsi” di Grassina che si batte da tempo per l’abolizione del 41 bis.

E che la questione sia delicata e spinosa lo sa lo stesso presunto boss, che conclude così il suo post: “E’ una battaglia che so difficile, perché combattuta contro avversari che godono di seguito, di potere di veto e che coagula umori giacobini coltivati a lungo e capillarmente diffusi in un’opinione pubblica spaventata e incitata al linciaggio”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©