Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MAFIA: PALERMO, INTERROGATI POLITICI PER VOTI DI SCAMBIO


MAFIA: PALERMO, INTERROGATI POLITICI PER VOTI DI SCAMBIO
12/01/2009, 21:01

I pm di Palermo Maurizio De Lucia e Roberta Buzzolani hanno ascoltato i due deputati regionali siciliani Riccardo Savona (Udc) e Alessandro Aricò (Pdl), coinvolti nell'operazione antimafia "Perseo", che il mese scorso portò a un centinaio di arresti e sventò un tentativo di riorganizzare Cosa Nostra. Per Savona e Aricò si ipotizza il reato di voto di scambio. Entrambi hanno respinto le accuse, sostenendo di poter chiarire tutto. Grazie alle indagini condotte dai carabinieri del Comando provinciale era emerso che due dei fermati, entrambi indagati con accuse di mafia, Salvatore Bellomonte e Giovanni Lipari, facevano riferimento a soldi che Marco Coga avrebbe versato per il loro intervento in favore di Aricò. Nel colloquio intercettato dai militari, al parlamentare del Popolo delle Libertà, difeso dagli avvocati Roberto Tricoli e Raffaella Geraci, venivano indicati come "interessati" lo stesso Coga e un quarto indagato, Fabio Manno, anch'essi arrestati. Savona (difeso dall'avvocato Giuseppe Di Stefano), invece, secondo l'accusa, "interessava direttamente" a Bellomonte e Lipari. “Dobbiamo segnare tutti i voti, quelli nostri, dati pure a questi altri”, dicevano i due mafiosi di Porta Nuova.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©