Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MAFIA, TORNA IN CARCERE RIINA JR


MAFIA, TORNA IN CARCERE RIINA JR
08/01/2009, 21:01

Si riaprono le porte del carcere per Giuseppe Salvatore, figlio di Totò Riina. E’ l’effetto della decisione della seconda sezione penale della Cassazione, che ha respinto il ricorso presentato dai difensori di Riina junior, condannato a otto anni e dieci mesi di reclusione per associazione mafiosa dalla Corte d'Appello di Palermo il 27 dicembre 2007. Inoltre piazza Cavour, accogliendo la richiesta del pg Vito D'Ambrosio, ha disposto la trasmissione degli atti al suo ufficio per accertare se procedere per reati legati ad episodi di riciclaggio per i quali non è mai stata esercitata azione penale. Il figlio del boss della Cupola era stato scarcerato dalla Cassazione lo scorso 28 febbraio per scadenza dei termini, ma con la decisione di stasera dovrà scontare un residuo di pena di dieci mesi, avendo già scontato diversi anni di carcere dal 2002. E’ la seconda volta che il caso finisce in Cassazione. La volta precedente piazza Cavour, pur annullando la condanna per il reato di estorsione, aveva disposto un nuovo esame per l'associazione mafiosa, ritenendo che non fosse stata motivata bene la condanna di primo grado. Ora il punto definitivo è arrivato dalla Suprema Corte, che ha stabilito che Giuseppe Salvatore Riina era uno dei capi della cellula di Cosa Nostra che agì a Corleone nei primi anni di questo decennio. La pena potrebbe inasprirsi se gli atti trasmessi alla Procura dovessero provare anche i reati di riciclaggio.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©