Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I due erano stati sequestrati da Al Queida

Mali: liberati i coniugi Cicala. Conferma di Frattini


Mali: liberati i coniugi Cicala. Conferma di Frattini
16/04/2010, 21:04

ROMA – I coniugi Cicala sarebbero stati liberati. A parlare della fine del sequestro di Sergio Cicala e la moglie Philomene Kabouré  in Mali, sono state fonti locali. L’Unità di crisi della Farnesina sta verificando la notizia. I due italiani erano stati rapiti da Al Qaeda nel Maghreb il 17 dicembre scorso mentre si stavano recando con un fuoristrada in Burkina Faso, Paese natale della donna. La coppia, scortata dalle autorità locali e da personale dell'ambasciata italiana in Mali, al momento sarebbe in viaggio verso la sede diplomatica a Bamako. «Stanno bene, sono stati recuperati da una pattuglia dell'esercito e ora sono in una zona di sicurezza», hanno spiegato fonti ufficiali del governatorato di Gao, nel nord del Mali. Le autorità maliane hanno atteso che gli ostaggi avessero lasciato la zona pericolosa prima di annunciare la loro liberazione.
 «È stato un intenso lavoro diplomatico» a consentire la liberazione dei coniugi Cicala. A dichiararlo è stato il ministro degli Esteri Franco Frattini, che ha confermato la liberazione dei due ostaggi. Il ministro ha sottolineato che le autorità locali hanno assicurato una «grande collaborazione». Il rilascio, ha concluso, è frutto «di lunghi mesi di complessi negoziati politici e diplomatici».

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©