Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Silvio Berlusconi presto in visita nei paesi alluvionati

Maltempo, 7 le vittime. Cdm: stato d’emergenza e 65 mln

I soldi alla Liguria e alla Toscana per "situazione tragica"

Maltempo, 7 le vittime. Cdm: stato d’emergenza e 65 mln
28/10/2011, 13:10

ROMA – Sale a 7 il bilancio ufficiale delle vittime dell’alluvione che ha colpito l’estremo levante ligure e la Lunigiana. Il settimo corpo privo di vita è stato ritrovato alle prime luci dell’alba, sotto le macerie di una palazzina crollata a Cassana, frazione di Borghetto Vara. Mentre si continua a scavare a mani nude tra i resti dei paesi distrutti e a setacciare tutta la costa, alla ricerca di altre 6 persone ancora disperse, è proprio nel comune della Val di Vara che si fanno i conti con i prezzi più alti in termini di vite umane: solo qui, infatti, sono stati accertati 5 morti, su un totale di 7. La settima vittima è un romeno: l’uomo si trovava con la fidanzata, estratta viva dalle macerie nei momenti immediatamente successivi al crollo della casa.
Siamo alla terza notte all’addiaccio per gli sfollati del Levante ligure. Mancano ancora corrente elettrica, gas e acqua in molti paesi e le persone che hanno potuto restare nelle loro abitazioni, risparmiate dall’acqua e dal fango, hanno dormito senza riscaldamento. Tra gli sfollati i più fortunati hanno trascorso la notte negli alberghi messi a disposizione per l’emergenza, ma la maggior parte si è dovuta accontentare delle auto che non sono state danneggiate dall’alluvione.

(aggiornamento alle ore 13:15)
DAL CDM STATO DI EMERGENZA E 65 MILIONI
Si concluso il Consiglio dei ministri straordinario, convocato d’urgenza questa mattina per discutere dell’emergenza maltempo. La decisione presa è stata quella di dichiarare lo stato di emergenza per le zone alluvionate della Liguria e della Toscana e di stanziare 65 milioni di euro per far fronte ai primi interventi.
La decisione presa dall’esecutivo “è un primo passo importante - ha spiegato il ministro delle Infrastrutture, Matteoli - che non invalida comunque la possibilità di aver risorse dal Fondo e dall’Europa”. Parlando ai giornalisti, dopo aver visitato Monterosso e sorvolato Vernazza e i comuni della Lunigiana, il ministro ha poi raccontato che “in alcuni casi la situazione è anche peggiore di quello che si poteva immaginare”. Quanto all’entità dei danni, occorreranno diversi giorni per avere un’idea più chiara e precisa. Il presidente del Consiglio, dal canto suo, ha fatto sapere che presto visiterà le zone alluvionate della Liguria e della Toscana

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©