Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il mare forza sei si sta portando via tutto.Temono i marinai

Maltempo a Roma:Case,stabilimenti, imbarcazioni nel caos

Attivato il Piano Neve per i prossimi giorni

Maltempo a Roma:Case,stabilimenti, imbarcazioni nel caos
17/12/2011, 19:12

 Fa paura la situazione che si sta verificando a Fiumicino dalla mattinata di sabato 17. Onde altissime, vento forte e piogge stanno creando disagi dopo disagi. Voli dirottati da Ciampino a Fiumicino, decolli ritardati in entrambi gli scali, alberi caduti per le strade, stabilimenti e imbarcazioni danneggiati dalla furia del mare, queste sono solo alcune delle conseguenze del maltempo che sta caratterizzando il litorale romano.
Gli operi balneari e i pescatori sono seriamente preoccupati per le loro attività e per i danni che potrebbero peggiorare anche nella giornata di domani. Il bollettino meteo ha infatti previsto per la giornata di domenica 18 forti piogge. Attualmente i violenti cavalloni sono riusciti a penetrare anche nel Porto canale di Fiumicino, distruggendo un peschereccio.
LA stabilità degli ormeggi è in serio pericolo, infatti a causa del progressivo insabbiamento del corso artificiale, sono sempre meno protetti dalla furia delle onde. Lorenzo Melchiorri, presidente della cooperativa di pescatori ha raccontato :” Si è sfiorata la tragedia. Alcuni di noi sono stati sulle barche tutta la notte per governare la difficile situazione, tra cavi e bitte rotte, e barche che si giravano su se stesse, rischiando di affondare. Qualcuno è rimasto contuso, sballottato sui gozzi in balia delle onde. Tra le 5 e le 7 il momento più difficile. Sembrava davvero che il mare volesse portarsi via tutto”.
Grazie all’ordine della Capitaneria, nella mattinata i pescherecci della flotta sono stati spostati a monte del porto canale in quanto più sicura.
“siamo davanti a un'emergenza ed una volta per tutte ribadiamo che l'unica soluzione è che immediatamente, in via d'urgenza, venga realizzata in pochi mesi la nuova darsena pescherecci, che possa mettere al riparo le imbarcazioni, che non ce la fanno più ad affrontare le situazioni di pericolo del vecchio porto canale, in presenza di fenomeni meteo marini sempre più estremi”, è intervenuto il pescatore.
Un altro rischio, quello dell’Erosione, viene riferito da un operatore balneare, Claudio Cutulo” le onde del mare stanno anche spazzando le spiagge del lungomare e l'acqua arriva a lambire i muretti di contenimento”. Ma i danni causati dal mare forza 6 non finiscono qui, oltre all’arrivo di un delfino morto nella zona di Ostia, metri e metri di spiaggia sono state cancellate tra Capocotta e Ostia Levante.
Gravi problemi si stanno verificando anche per i collegamenti aerei : due voli dal Nord Europa, impossibilitati ad atterrare all'aeroporto di Ciampino, sono stati fatti invece arrivare al Leonardo da Vinci. Proprio in questa zona altri voli in partenza hanno subito dei ritardi, tra cui quelli diretti a Casablanca, Amsterdam, Istanbul, Francoforte, New York, Bucarest e Cagliari.
In piena attività anche la Protezione Civile della Provincia di Roma che dopo aver avuto la notizia dell’emergenza neve e dell’aggravarsi delle condizioni metereologi che colpiranno nelle prossime ore il Lazio, hanno avvertito i volontari e le proprie strutture, già pronte secondo quanto pianificato in base al Piano Neve. L’assessore alla Sicurezza e Protezione civile della provincia di Roma. Ezio Paluzzi, fa sapere :”Abbiamo messo a disposizione dei volontari circa 130 tonnellate di e sono pronte 22 lame spazzaneve e più di 30 spargisale che sono dislocati sul territorio in previsione dell'aggravarsi del maltempo.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©