Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Area vesuviana in ginocchio a causa delle forti piogge

Maltempo, allagamenti e crolli in tutta la Provincia


.

Maltempo, allagamenti e crolli in tutta la Provincia
09/01/2010, 13:01

TORRE ANNUNZIATA – Si piega alla forza del maltempo la costa vesuviana. I paesi della provincia di Napoli non reggono l’urto di due giorni di pioggia insistente e, come ormai triste consuetudine, si ritrovano a leccarsi le ferite. Crolli e allagamenti hanno messo in ginocchio tutte le  città vesuviane. Situazione difficile a Torre Annunziata. Chiusa al traffico via Sepolcri, strada che incrocia con via Veneto, a causa del cedimento del manto stradale. Una scena più volte vista anche nella vicina Torre del Greco quella della strada fatiscente che, alle prime forti piogge, si è costretti a chiudere. Sul posto l’intervento dei vigili è bastato solo a  bloccare il traffico e sistemare le transenne. L’asfalto si è letteralmente sollevato, lasciando alla strada null’altro che un’enorme voragine.
Paura anche a Castellammare di Stabia dove un uomo, in sella alla sua bicicletta, sorpreso dal maltempo ha perso il controllo ed è caduto in una voragine presente sull’asfalto.
Discorso diverso per Torre del Greco ed Ercolano dove, almeno per questa volta, il manto stradale sembra aver retto. Ma a complicare una situazione, che altrimenti sarebbe rimasta sotto controllo, ci ha pensato la nettezza urbana, non ritirando i rifiuti nella notte. Il maltempo ha così reso impossibile il ritiro dei sacchetti, trascinando con se i rifiuti da monte a valle, fino al pieno centro cittadino.
Non è, andata meglio a Portici, dove si contano danni al sistema fognario. Alcuni tombini sono saltati nella notte provocando l’allagamento di via Cardano.
Singolare, infine, la questione che da giorni attanaglia via Benedetto Cozzolino. La strada provinciale che collega tutti i comuni dell’area vesuviana, è in pieno caos. Dallo scorso mese di novembre sono partiti i lavori per il rifacimento del manto stradale. Un intervento richiesto dai sindaci e finanziato dalla Provincia, che però non sta portando i frutti sperati. Dieci giorni fa il cedimento di una parte dell’asfalto che, seppur sotto gli occhi degli operai, non è stato ancora risanato. Stanotte, invece, il maltempo ha smosso pietre e polvere dai cantieri in strada, creando un fondo sdrucciolevole per gli automobilisti. 

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©