Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In Toscana c'è lo stato di emergenza

Maltempo, allarme rientrato per il lago Massaciuccoli


Maltempo, allarme rientrato per il lago Massaciuccoli
30/12/2009, 21:12

TOSCANA - Allarme maltempo parzialmente rientrato in Versilia. Dopo le forti precipitazioni dei giorni scorsi, numerose si erano avvicendate le ipotesi allarmistiche di una possibile evacuazione dell’area attorno al lago Massaciuccoli. Invece, questa mattina, dopo lo schiarirsi del cielo toscano, l’allarme è definitivamente rientrato. «Da domani pomeriggio è in arrivo un’altra pioggia, -  ha commentato ai microfoni del Tg1 il vice capo operativo della Protezione Civile, Bernardino De Bernardinis - ma la perturbazione non dovrebbe portare assolutamente a una piena: c'è una probabilità bassissima che il lago Massaciuccoli esondi». Possibilità poche, ma quanto bastano per tenere in costante allerta le autorità. Protezione civile, militari e volontari dei comuni hanno in ogni caso posizionato sacchetti di sabbia per rialzare gli argini: «Se dovessero cadere queste difese - ha precisato De Bernardinis - ci sarà una piccola evacuazione, parziale, della popolazione di Massarosa e Viareggio».
Nulla a che vedere, dunque, con le ipotesi catastrofiche che solo ventiquattr’ore fa rimbalzavano da una parte all’altra. A confermarlo è anche il presidente della Provincia di Lucca, Stafano Baccelli, per il quale «non c'è nessun rischio per l'incolumità delle persone e secondo le previsioni questa esondazione è comunque assai improbabile». Il maltempo, intanto, continuerà sulla regione Toscana per almeno altri quattro giorni. Le zone più a rischio sono Magra, Versilia, Serchio, Basso Serchio, Sieve, Ombrone, Bisenzio, Valdinferno, Reno e Santerno.
Un aiuto alle persone in gravi difficoltà a causa delle forti piogge giunge dalla banca toscana Monte dei Paschi di Siena, la quale ha momentaneamente sospeso il mutuo alle famiglie alluvionate. Una fotografia di quanto grande e difficoltosa sia l’attuale situazione nella regione più colpita dal maltempo e che, secondo le prime stime, avrebbe subito, nelle sole città di Pisa e Lucca, danni per cento milioni di euro. Lo stato d’emergenza è stato intanto riconosciuto anche dal capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso. Anche il Consiglio dei ministri, alla prima riunione utile, dichiarerà l’emergenza nella regione Toscana.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©