Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Maltempo e freddo nel primo giorno di primavera, danni in Campania


Maltempo e freddo nel primo giorno di primavera, danni in Campania
21/03/2009, 09:03

Freddo, pioggia e, al centrosud, anche neve abbondante nel giorno che segna l'inizio della stagione primaverile. "La colpa del maltempo di questo inizio di primavera - ha spiegato Giampiero Maracchi, direttore dell'Istituto di Biometerologia (Ibimet) del Cnr di Firenze - è l'alta pressione sulla Siberia che quest'anno è molto sviluppata e che per via di questa situazione il maltempo di questi giorni possa ripetersi anche ad aprile". Colpite da questa neve di primavera soprattutto Basilicata, Calabria, Umbria, Abruzzo e Campania. Nella giornata di ieri temporali e nevicate si sono concentrati sulle alture del Matese, ma vento, freddo e piogge intense hanno flagellato anche il Casertano. A Letino, il comune più alto della Campania e nella vicina Gallo, la neve ha superato i 10 centimetri, mentre ha superato il metro sulle alture che sovrastano i due piccoli centri montani. Sempre a Letino, poi, è mancata per alcune ore la corrente elettrica, con gravi disagi per la popolazione. Neve alta sulle altre cime del Massiccio, in particolare sul Monte Miletto, sul Monte Porco e di Monte Mutria. La neve è caduta anche a quote più basse ed ha provocato rallentamenti e disagi alla circolazione, nonostante il lavoro di spazzaneve e spargisale. Su alcuni tratti, a partire da Miralago, ma soprattutto in prossimità della Sella del Perrone e di Bocca della Selva è indispensabile l'uso delle catene. Alberi e lamiere trascinati dal vento ad Ercolano (Napoli). Un grosso pino è precipitato sul muro di recinzione di una abitazione in via Gabriele D'Annunzio: nessuno è rimasto ferito. Interrotta la circolazione lungo Corso Resina, nei pressi di villa Favorita, e in via Alessandro Rossi, dove si sono staccate alcune lamiere in due cantieri. In via Vesuvio, un albero di alto fusto è caduto nei pressi della struttura istituto riabilitazione don Orione. Il vento forte a Portici ha reso necessari numerosi interventi da parte della Polizia Municipale e dei Vigili del Fuoco. E' ancora chiusa via Moretti a causa della caduta di vetri su strada da un edificio d'epoca disabitato. Con un carro scala i vigili, coadiuvati dalla Protezione Civile, stanno provvedendo in queste ore a chiudere e a mettere in sicurezza le vetrate delle finestre. Problemi in via Paladino, dove una impalcatura si è staccata dal primo piano di un fabbricato in via di ristrutturazione inclinandosi verso la strada: immediato l'intervento degli operai ancora sul posto che hanno smontato l'impalcatura mentre una pattuglia di vigili, al termine delle operazioni, ha riaperto il tratto stradale. Interventi della Polizia Municipale anche in via Libertà per caduta di calcinacci da cornicioni e in via De Nittis per la presenza di rami secchi su carreggiata. Tavolini in vetroresina sono stati spazzati via dagli ultimi piani dei palazzi in via Diaz, finendo in strada ma per fortuna senza causare danni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©