Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Natale bagnato per i veneziani

Maltempo: Gelo al NORD, venti forti al SUD


Maltempo: Gelo al NORD, venti forti al SUD
25/12/2009, 12:12

Con un record di tre maree consecutive con una punta massima di 145 centimetri sul livello del mare raggiunti in meno di quattro ore è iniziato il Santo Natale per i veneziani. Un evento climatico mai verificatosi prima, iniziato mercoledì con un livello di 144 cm, poi sceso a 133 nel giorno successivo ed oggi è risalito a 145 cm lasciando a bocca aperta gli esperti del Centro Maree del comune italiano gallegiante. Sull'isolotto di Burano sono stati sommersi tutti i primi piani delle abitazioni ed il Sindaco Cacciari ha provveduto ad avvisare in questi gorni alla radio ed alla tv i cittadini ed i turisti che hanno affollato la messa di Natale nella splendida piazza San Marco, consigliandogli l'uso degli stivali finanche dentro i ristoranti. L'ottava misura di sempre dell'alta marea ha seppellito la storica piazza al di sotto del metro di profondità, creando non pochi disagi durante un giorno di congestione del traffico di persone, speriamo che il MOSE riuscirà a risolvere questi problemi nell'ottica della grande opera in cui è stata presentata. 


NORD AL FREDDO, SUD AL CALDO - Non è stato positvo il Natale per i cittadini del Nord Italia che hanno dovuto afforntare situazioni di disagio causate dal maltempo e dal gelo. Una Penisola divisa a metà dove il caldo ha graziato i paesi del Meridione che dovranno, però, vedersela con i forti venti. In provincia di Imperia un uomo sembra disperso dopo essere stato travolto da un torrente in piena. Proprio le piene sembrano preoccupare i cittadini del settentrione che assistono all'ingrossarsi dei letti dei propri fiumi contemporaneamente alle forti precipitazioni che allagano il lato Nord della Penisola.

PER I TRASPORTI GIORNATA NERA - Giornata da bollettino rosso per i trasporti soprattutto per le autostrade, ma ad essere ricordata come la giornata nera del dicembre del 2009 è quella del 24 dove si è assistito a moti disagi sulla linea ferroviaria Milano-Bologna che hanno lasciato a piedi, o in ritardo, migliaia di passeggeri infuriati. L'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mario Moretti, valuta la possibilita' di indennizzi che non potranno però cancellare la delusione di un Natale trascorso tra le intemperie ed i disagi.

 
 

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©