Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Città paralizzata che fa i conti con il violento nubifragio

Maltempo, la nuova tragedia di Genova: sei le vittime

Morti due bambini. Rintracciato il 21enne dato per disperso


Maltempo, la nuova tragedia di Genova: sei le vittime
04/11/2011, 23:11

GENOVA - Il violento nubifragio che sta colpendo il nord Italia si è spostato a Genova e, nonostante da ieri fosse scattato il massimo grado di allerta in Liguria, la città si ritrova a fare già i conti con uno scenario drammatico e con la sua prima vittima: si tratta di una donna che ha perso la vita nell’alluvione, a causa della furia delle acque che in queste ore sta trascinando tutto ciò che incontra per le vie del capoluogo ligure. Secondo le prime e approssimative informazioni che giungono al riguardo sarebbe stata proprio la potenza dell’acqua del torrente Fereggiano, già in piena, a travolgere la donna e a farla morire schiacciata tra due auto. Il cadavere è stato recuperato dai vigili del fuoco nel pieno centro della città, ormai già completamente allagato in seguito all’esondazione del torrente Bisagno.Sono molti anche i dispersi: numerose, infatti, arrivano le segnalazioni, come quella riguardante 4 persone di cui non si hanno notizie. Tra queste, un madre e due bambini, identificati per l’ultima volta in centro a Genova, dove ora l’acqua in alcuni tratti ha raggiunto un metro di altezza.
Ma al pericolo dell’acqua se ne aggiunge un altro, che aumenta la paura per la città ligure. Numerose fughe di gas si sono verificate in centro dopo l’esondazione e il conseguente allagamento della zona dietro la stazione di Brignole. I vigili del fuoco, infatti, stanno provvedendo alla chiusura delle dorsali di gas ed elettricità per scongiurare il rischio di esplosioni.

GLI AGGIORNAMENTI

LE VITTIME SONO 6, MA SI CERCA ANCORA
Solo in serata arriva una rettifica all'ultimo bilancio delle vittime reso pubblico dalle forze dei vigili del fuoco: sono 6 e non 7, come era invece stato diffuso nel pomeriggio. Le Forze dell'Ordine, infatti, sono riuscite a rintracciare il ragazzo 21enne  che risultava dispero da stamattina: era a casa con i suoi genitori. A identificarlo è stato un cronista del quotidiano genovese "Corriere Mercantile", che visitando la sua pagina Facebook ha visto vari post, in cui il giovane diceva di essere vivo.

NUOVO BILANCIO: SONO 6 LE VITTIME
I vigili del fuoco fanno sapere che sale a 6 il numero delle vittime: la donna anziana, rimasta schiacciata tra le due auto, e un'altra donna con i suoi due figli, uno dei quali di un anno. Le altre due vittime dovrebbero essere due adulti. Intanto il comitato di Protezione Civile del Comune ha fatto sapere che domani le scuole rimarranno chiuse.
 
IN DUE SCUOLE RAGAZZI BLOCCATI
In due scuole (l'Istituto Giovanni XXIII e l'Istituto Parini-Merello) i ragazzi sono bloccati ai piani alti. La motivazione è tutelarli da eventuali ed ulteriori esondazioni.

NUOVA ONDATA DI PIENA FRA 15 MINUTI
Una nuova ondata di piena del torrente Bisagno si abbatterà su Genova fra 15 minuti: le zone che dovrebbe colpire particolarmente sono quelle di Marassi e San Fruttuoso. La comunicazione è stata data dagli altoparlanti dai vigili del fuoco e i vigili urbani. Intanto la città continua ad essere paralizzata: in alcuni punti sono al lavoro anche unità cinofile per cercare i dispersi.

ALLESTITA UNITà DI CRISI IN PREFETTURA
Un'unità di crisi è stata allestita negli uffici della Prefettura di Genova. In questo momento all'unità si trovano anche gli assessori regionali e comunali.

SALE A 4 IL NUMERO DELLE VITTIME
Sale a 4 il numero delle persone che hanno perso la vita nell'alluvione di Genova. Si tratterebbe di due donne e due bambini. I loro corpi sono stati recuperati in uno scantinato di via Fereggiano, per il momento la strada più colpita. Il Comune annuncia però che "l'elenco si potrebbe allungare": ci sono, infatti, ancora diversi dispersi di cui non si sa nulla.

L’ALLARME DEL SINDACO: SITUAZIONE GRAVISSIMA
“Soprattutto in Val Bisagno, chiudere i negozi e salire ai piani alti”. È l’appello congiunto lanciato ai cittadini dal sindaco di Genova, Marta Vincenzi, e dell’assessore alla Protezione Civile Francesco Scindone. Sul sito web del Comune, che segue gli sviluppi in tempo reale dell’alluvione, la situazione è definita “gravissima” e “si raccomanda la massima prudenza: non uscire di casa, salire ai piani alti degli edifici, chiudere negozi e non prendere la macchina per nessun motivo”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati