Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La denuncia dei Verdi e dell'ex parroco di Scampia

Maltempo: su facebook gruppi contro Campania


Maltempo: su facebook gruppi contro Campania
12/11/2010, 12:11


NAPOLI - "In risposta alle nostre azioni di solidarietà - denunciano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e lo speaker radiofonico Gianni Simioli che stanno promuovendo la raccolta fondi a Napoli per gli alluvionati del Veneto - alcuni veneti, a quanto pare tutti leghisti, hanno risposto realizzando una serie di gruppi su facebook, tutti oscurati uno dopo l' altro per le proteste della rete. Il primo è stato "Veneto alluvionato, Veneto fortunato", poi è seguito "Campania alluvionata, Campania lavata" in cui i partecipanti insultavano i campani deridendoli e affermando che una bella sciacquata ai napoletani puzzolenti e pieni di spazzatura era una cosa addirittura salutare. Il tutto condito da tutti gli insulti storici dei leghisti contro i meridionali tra cui spiccavano i video dell' On. Salvini e Borghezio per chiudere con le parole del governatore Zaia sui quattro sassi di Pompei". "Da poco è stato costruito ,sempre dai soliti amministratori, anche un nuovo gruppo - continuano Borrelli e Simioli - "alluvione in Campania, la rivincita del Veneto. Ora Vesuvio tocca a te". "Perquanto ci riguarda siamo dispiaciuti - spiega Gino Sorbillo autore della pizza "antialluvione" il cui ricavato sta andando alle popolazioni venete -ma continueremo la raccolta fondi e nonostante il governatore Zaia non ci abbia neanche ringraziato. In compenso lo hanno fatto tanti cittadini della sua regione che scusandosi per il suo comportamento ci hanno addirittura inviato dei prodotti tipici loro e vogliono realizzare un gemellaggio tra gli italiani che credono nei valori della solidarietà e dell' amicizia". "Sono addolorato per il comportamento del governatore Zaia e dei leghisti - spiega il parroco anticamorra Don Aniello Manganiello - non so se contestarli o commiserarli. Dimenticano che loro sono sempre stati considerati i terroni del nord. L' opulenza li ha trasformati e gli ha dato alla testa ma noi non dobbiamo perdere la nostra capacità di avere un grande cuore pieno di amore e solidarietà".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©