Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' accusato anche di riciclaggio di denaro sporco e frode

Manager Apple, arrestato per tangenti


Manager Apple, arrestato per tangenti
17/08/2010, 12:08

E' stato arrestato con l'accusa di tangenti: si tratta di Paul Shin Devine, un manager di medio livello di Apple.
Avrebbe venduto informazioni sui prodotti dell'azienda ad alcuni fornitori asiatici di accessori di iPhone e iPod. Questo tipo di attività, illecita, gli avrebbe fatto guadagnare circa un milione di dollari, intascati sia personalmente durante i suoi viaggi in Oriente che attraverso una rete di conti off-shore. Secondo le prime ricostruzioni, Devine aveva creato un linguaggio in codice per gestire i suoi interessi senza creare alcun tipo di sospetto in azienda. Tra le società coinvolte figurano la sudcoreana Cresyn, la cinese Kaedar Electronics e la Jin Li Mould Manufacturing, con sede a Singapore. Inoltre spunta anche un'azienda probabilmente fittizia, Cpk Engineering, usata per i pagamenti.
"Avendo gli standard etici più alti nel fare il nostro lavoro, non tolleriamo comportamenti disonesti perpetrati dentro e fuori la nostra azienda" rende noto un portavoce di Apple. Intanto il manager della "Mela" dovrà difendersi anche dalle accuse di riciclaggio di denaro sporco e frode.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©