Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mancano i docenti e i ragazzi giacciono abbandonati, l’accusa di Sordoni


Mancano i docenti e i ragazzi giacciono abbandonati, l’accusa di Sordoni
24/11/2010, 10:11


ROMA - Nei giorni scorsi ha guadagnato la prima pagina di molti quotidiani nazionali la denuncia dei genitori della Scuola Elementare Giorgio De Lullo di Roma, quartiere Caltagirone. Da quanto si apprende, da settembre gli alunni non hanno usufruito del rimpiazzo degli insegnanti assenti e, inoltre, la struttura fisica dell’edificio che li ospita, mostra drammaticamente la sua inadeguatezza ad accogliere il numero di 300 allievi. I bambini sono costretti a turnazioni esasperanti per poter andare a mensa. “Evidentemente siamo di fronte a un caso in cui le istituzioni preposte non riescono a garantire il fondamentale diritto all’istruzione, garantito dalla Costituzione, ma non dalla messa in pratica quotidiana di questo precetto – così, a tal riguardo, la dichiarazione allibita di Rodolfo Sordoni, viceresponsabile per il XIII Municipio di Roma dell’Italia dei Diritti – E’ necessario, tuttavia distinguere le reali attribuzioni di colpa: la responsabilità non appartiene al Provveditorato locale, che evidentemente deve far fronte ai tagli che vengono decisi dal Ministero che con la sua politica di restrizione delle assunzioni, mette a dura prova la tenuta locale delle diverse scuole”. Con la presa di posizione di Sordoni, il movimento extraparlamentare fondato da Antonello De Pierro, si riconferma capofila nella denuncia dei malesseri sociali, che giorno dopo giorno, stanno esplodendo sempre più lampanti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©