Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Sono stati curati ed ora stanno bene

Mangiano carne cruda di cinghiale, si ammalano di trichinellosi


Mangiano carne cruda di cinghiale, si ammalano di trichinellosi
02/01/2013, 13:36

LUCCA - Idea geniale di alcuni cacciatori in provincia di Lucca: hanno usato la carne di cinghiale che si erano procurati per farne delle salsicce, senza prima bollire o far controllare la carne. Il risultato è stata una massiccia corsa all'ospedale: ben 26 persone - tutti familiari ed amici dei cacciatori - che avevano mangiato la carne. Che conteneva un parassita, la Trichinella. Essa si trova nei muscoli dell'animale che sta parassitando e viene liberata nello stomaco quando la carne di quell'animale viene mangiata. Passa rapidamente nell'intestino e qui le femmine depongono centinaia di uova, da cui nascono nuovi parassiti che infettano i muscoli dell'ospite. 
Ed è esattamente quello che è successo a queste 26 persone. Ricoverati in ospedale appena sono apparsi i primi sintomi (febbre, dolori muscolari, lividi estesi ed improvvisi sul volto), sono stati curati ed ora sono tutti fuori pericolo. Infatti la Trichinellosi è mortale: le scorie rilasciate dal parassita sono letali e intossicano l'organismo, che solitamente muore per infarto o per un blocco renale. 
In realtà, le larve sono abbastanza delicate: bastava cuocere la carne (una normale sbollentatura) oppure congelarla per almeno 3 settimane per eliminare completamente le larve ed evitare queste brutte avventure. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©