Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ex provveditore resta ai domiciliari per corruzione

Mani sulla città, Cade l'accusa di turbativa per Mautone


Mani sulla città, Cade l'accusa di turbativa per Mautone
26/02/2009, 20:02

La Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio l’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari, per quanto concerne l’accusa di turbativa d’asta, nei confronti dell’ex provveditore alle opere pubbliche della Campania e del Molise Mario Mautone. La Cassazione (sesta sezione, presidente De Roberto, relatore Cortese) ha accolto la richiesta dell’avvocato Salvatore Maria Lepre, legale di Mautone, ritenendo insussistente il reato di turbativa. E’ stata inoltre annullata dai giudici, con rinvio di giudizio degli atti al gup di Napoli, l’ordinanza per quanto concerne l’accusa di corruzione. Mautone resta quindi agli arresti domiciliari in attesa che il gup Enrico Campoli si pronunci sull’istanza di revoca che sarà depositata domani dall’avvocato Lepre.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©