Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Per favore e ti voglio bene poco utilizzati

Maniere gentili fuori moda, gli italiani i più maleducati

Arroganza, ignoranza, menefreghismo le cause

Maniere gentili fuori moda, gli italiani i più maleducati
02/10/2012, 17:08

ROMA - Per favore, volentieri, mi manchi, ti voglio bene. Frasi di altri tempi. Parole gentili, attenzioni, dimostrazioni di affetto e gesti di cortesia sono sempre più fuori moda fra gli italiani. In famiglia come al lavoro e nella vita sociale. A testimoniarlo è un'indagine condotta da “Gentletude” - associazione impegnata “nella salvaguardia delle relazioni interpersonali”- dalla quale emerge che ben il 49% degli italiani rivela di usare sempre meno in famiglia queste parole o espressioni. Il fatto che la maggior parte degli intervistati abbia indicato per la famiglia: “mi manchi”, “ti voglio bene” “posso?” “per favore/per cortesia”, “volentieri” come parole quasi dimenticate indica un possibile raffreddamento delle relazioni che diventano sempre più fredde e distaccate. Stessi risultati sul posto di lavoro e nella vita sociale. In questi ambiti - commenta Gentletude - sembra che stiano scomparendo quei supporti verbali per la collaborazione e la condivisione. La scelta di parole quali: “a disposizione”, “dopo di lei/te”, “complimenti”, “mi dispiace”, “hai ragione” fa supporre che oggi prevalga un forte individualismo. Mentre la vita sociale, la quotidianità, soffre da un lato della diminuzione dell'espressione emotiva nelle relazioni consolidate e dall'altro lato sembra sia sempre più forte una chiusura verso il nuovo, verso nuove relazioni. La causa principale di questa progressiva estinzione dei “modi gentili” e dell'espressioni di affetto non è la vita frenetica o lo stress, bensì la mancanza di rispetto e di educazione per il 42% degli intervistati seguiti da: menefreghismo (21%), stress/vita frenetica (20%), arroganza (12%), ignoranza (4%).

Nonostante le buone maniere e le emozioni stiano andando sempre più fuori moda, gli italiani intervistati si considerano i più gentili d'Europa, mentre ritengono i tedeschi ed i francesi i meno gentili. Forse però - riflettono gli autori della ricerca - è bene chiedersi quanto la situazione economica in Europa abbia influenzato i partecipanti. In modo particolare, quanto agli italiani questa domanda non abbia fatto venire in mente i sorrisini della Merkel e Sarkozy dello scorso novembre. Insomma, sebbene il periodo storico molto negativo, gli italiani sembrano mantenere alta l'autostima giudicandosi come la nazione che più utilizza parole e gesti gentili: seguiti dagli spagnoli, dagli inglesi. Mentre la maggior parte degli svizzeri intervistati sostiene che in Spagna si usano maggiormente parole e gesti gentili, seguita dall'Inghilterra e posizionando la Svizzera al terzo posto come nazione “gentile”. Lo stress e la vita frenetica hanno poco a che vedere con l'essere sgarbato: il 42% degli intervistati ritiene infatti che sia soprattutto la mancanza di rispetto, di buona educazione, la causa maggiore dell'essere poco gentile. Lo stress come il menefreghismo ottengono circa il 20% dei voti.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©