Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Manifestazione con torta per i 50 anni dell' inizio dei lavori della Salerno Reggio Calabria


Manifestazione con torta per i 50 anni dell' inizio dei lavori della Salerno Reggio Calabria
17/09/2012, 09:58

"Si sono spesi meno soldi per andare sulla luna - denunciano il commissario regionale campano dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli assieme allo speaker radiofonico Gianni Simioli organizzatori della iniziativa con l' associazione Assud- che per realizzare la Salerno Reggio Calabria che dopo 50 anni di lavori non è ancora terminata. Per realizzare le piramidi in Egitto ci vollero mediamente 20 anni, la muraglia cinese fu completata in 10 anni. Entrambe le opere furono realizzate millenni fa con meno mezzi e tecnologie primitive rispetto ad oggi. Quello della Salerno Reggio Calabria resterà per sempre uno dei più grandi scandali nella storia dell' umanità. Per questo stamattina abbiamo festeggiato questo triste compleanno con una mega torta realizzata da Sabatino Sirica presidente dei pasticcieri napoletani con su scritto " Salerno- Reggio Calabria 50 anni di vergogna. Gli autori di questo scempio dovrebbero essere costretti a percorrere per il resto dei loro giorni questa autostrada".
A sostenere l' iniziativa anche decine di macchine storiche realizzate prima e durante i lavori della Salerno Reggio Calabria.
"Credo che tra 100 anni - spiega Luca Montuori, collezionista di auto d' epoca - i nostri nipoti saranno ancora qui a combattere per vedere terminati i lavori di questo scandalo mondiale. Ci sono persone che sono nate, vissute e morte senza vedere il termine dei lavori della A3"
"Oggi l' unico modo per avere la certezza di avere un posto a tempo indeterminato - ha dichiarato Angelo Pisani di Noi Consumatori con il responsabile dei Giovani Verdi Fausto Colantuoni - è di lavorare nei cantieri della Salerno Reggio Calabria che non chiuderanno mai".
"Tra il sud ed il terzo mondo - hanno denunciato il Presidente di Assud Andrea Guccione imprenditore calabrese assieme a Fiorella Zabatta cofondatrice dell' associazione che hanno manifestato all' uscita dell' autostrada a Reggio Calabria - c' è solo una differenza che noi siamo in Italia. Hanno sperperato anche milioni di euro per il progetto inutile del Ponte sullo Stretto mentre in 50 anni non sono stati in grado di realizzare una strada che collegasse la Calabria con il resto d' Italia".
"Fare impresa al sud - ha spiegato l' imprenditore napoletano Gianni Lettieri presente alla manifestazione - è una doppia sfida ma noi non abbiamo intenzione di arrenderci anche se spesso è proprio lo Stato centrale a creare difficoltà a chi vuole investire nel mezzogiorno".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©