Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In migliaia per dire no al provvedimento

Manifestazione contro la chiusura del Maresca


Manifestazione contro la chiusura del Maresca
15/11/2010, 17:11

TORRE DELGRECO - I cittadini di Torre del Greco non ci stanno. “Il Maresca non si tocca” è questo il grido che echeggia nelle strade bloccate di Torre del Greco in un lunedì di protesta e fermezza da parte del comitato pro Maresca che da tempo si batte per impedire la chiusura del nosocomio cittadino e questa mattina assieme ai commercianti torresi, la  Rete Civica anti depuratore industriale e altre numerose associazioni locali, hanno sfilato per le vie torresi. I punti di partenza dei cortei sono stati quattro: via Scappi, via Nazionale, zona Santa Maria La Bruna e la villa comunale. Il punto d’incontro è stato Piazza Luigi Palomba dove sono confluiti i manifestanti per far sentire la loro voce e poi si sono diretti alla circumvesuviana alcuni di loro hanno bloccato periodo i binari creando traffico ferroviario che poi però è stato man mano scemato con il ritorno alla normalità. Sono tutti concordi col dire che l’ospedale di Boscotrecase non è facilmente raggiungibile e quindi  la sua operatività arrecherebbe problemi di viabilità per coloro che non conoscono bene la zona mentre sottolineano il nosocomio di via Montedoro è invece stato studiato anche dal punto di vista logistico in modo da essere facilmente trovato. Ci sono anche le scolaresche presenti perché il diritto alla salute è di tutti: le insegnanti in prima fila chiedono di rivedere questa decisione. E nemmeno l’opportunità di accorpare l’ospedale Maresca con quello di Boscotrecase sembra trovare un riscontro positivo: con questa decisione per l’ospedale torrese sarebbe l’ennesima beffa perché la sua funzionalità sarebbe quella di casa di riposo. 

 
 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©