Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Procura di Roma ha avviato un’inchiesta

Manomessa l’auto, De Benedetti denuncia


Manomessa l’auto, De Benedetti denuncia
02/12/2009, 21:12

ROMA - Ha presentato denuncia contro ignoti per aver notato strane manomissioni all’interno dell’auto che solitamente utilizza per spostarsi nella capitale. La vittima è
l’imprenditore ed editore Carlo De Benedetti, presidente del gruppo La Repubblica - L’Espresso. A darne notizia oggi un portavoce del gruppo l'Espresso che ha reso noto che De Benedetti ha presentato alla Procura della Repubblica di Roma una denuncia contro ignoti “per un'intrusiva e dolosa manomissione rilevata all'interno dell'autovettura da lui utilizzata per i suoi spostamenti a Roma”. La Procura di Roma ha immediatamente aperto un fascicolo d’inchiesta per far luce sulla vicenda e chiarire se De Benedetti era spiato, da chi e perchè. Al momento l’ipotesi di reato formalizzata dalla Procura è quella di danneggiamento. Tuttavia, non si esclude nessuna pista. Le indagini della Procura proseguono a 360 gradi. All’interno dell’automobile dell’imprenditore sarebbe stato ricavata una sorta di nicchia utile per collocare un oggetto per ora non identificato. Potrebbe trattarsi di un macchinario elettronico capace di seguire ogni spostamento di De Benedetti. Le ipotesi di reato potrebbero, dunque, cambiare, non si può ancora escludere che nei confronti dell'imprenditore potrebbe essere stato messo in atto un tentativo di spionaggio. Del fascicolo se ne occuperà il pool dei reati contro la pirateria informatica.
 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©