Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Avevano ottenuto un seggio in Comune

Mantova: chiesta condanna per 9 persone per ricostituzione del partito fascista


Mantova: chiesta condanna per 9 persone per ricostituzione del partito fascista
13/12/2018, 18:02

SERMIDE E FELONICA (MANTOVA) - Il Pm di Mantova ha chiesto la condanna per nove persone per tentata ricostituzione del partito fascista. Si tratta di Claudio Negrini, segretario dei Fasci Italiani del Lavoro, lista presentata alle elezioni comunali di Sermide e Follonica, comune in provincia di Mantova. Per lui il Pm ha cheisto 4 anni di reclusione. Per la figlia, Fiamma Negrini, sono stati chiesti 20 mesi di reclusione. Poi ci sono Giuseppe Ridulfo, per cui sono stati chiesti 3 anni e 10 mesi; 3 anni e 6 mesi per Vincenzo Stravolo; 3 anni, 4 mesi e 20 giorni per Marco Piraino; un anno e mezzo per Pasqua Lombardo e Simone Grazio. Tra gli imputati ci sono anche Elvira Tormene e Sergio De Biasio, che hanno chiesto di procedere con rito ordinario; mentre tutti gli altri procedono con rito abbreviato. 

Destò stupore la notizia, nel giugno del 2017, che era stato eletto un consigliere (Fiamma Negrini) che aveva come simbolo il fascio littorio simile a quello usato dal fascismo. E anche il nome richiama fortemente il partito di Mussolini. Immediatamente partirono le indagini e il Comune venne commissariato per la irregolarità scoperta. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©