Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Due nuovi provvedimenti che fanno discutere

Mantova e Milano: i cittadini invitati alla delazione


Mantova e Milano: i cittadini invitati alla delazione
23/11/2009, 09:11

Ormai accade sempre più spesso di vedere cose che in altri Paesi sono inconcepibili, in quanto a razzismo. Adesso siamo arrivati agli inviti pubblici alla delazione, come non succedeva neanche ai tempi dell'O.V.R.A. mussoliniana.
Il primo provvedimento è quello del Comune di Milano, che ha istituito un "servizio", in cui si invita i cittadini a sorvegliare dalle proprie finestre le zone limitrofe in cerca di reati e ad avvertire i Carabinieri o la Polizia nel caso in cui ne avvistino uno. Le zone dove gruppi o associazioni di cittadini aderiscono sono segnalate da appositi cartelli. E fin qui siamo ancora abbastanza nella normalità, nel senso che ciascuno di noi è tenuto, se vede compiersi un reato, ad avvertire le forze dell'ordine. Ma il fatto di creare gruppi addetti a questo può spingere a denunciare cose false - magari solo per ripicca personale - in quanto ci si sente protetti all'interno del gruppo. Qundi questa la possiamo definire una iniziativa solo potenzialmente pericolosa.
Ben diverso è quanto hanno trovato affisso sui muri cittadini gli abitanti di San Martino dall'Argine, comune in provincia di Mantova. Infatti l'amministrazione comunale (sindaco e vicesindaco della Lega Nord) ha fatto affiggere manifesti nei quali si chiede espressamente ai cittadini di delazionare sulla presenza di extracomunitari irregolari, ricordando le sanzioni previste nella cosiddetta legge sulla sicurezza a chi ospita extracomunitari irregolari, traendone profitto.
La pericolosità di questo manifesto sta nel fatto che non tocca ai cittadini verificare se un extracomunitario è regolare o meno. E' compito delle forze dell'ordine: Polizia, Carabinieri, Vigili urbani, ecc. Come faccio, io cittadino, a sapere se tizio è regolare o meno? Solo perchè magari ha la pelle nera? Con che autorità chiedo di verificare se abbia o meno il permesso di soggiorno? Ovviamente non posso, ma posso segnalare la presenza di extracomunitari. Quindi come si vede, si tratta di ulteriori incitamenti razzistici, sulla base dell'equazione: extracomunitario=delinquente. Sono atteggiamenti che andrebbero severamente puniti, dato che sono contra legem, Codice alla mano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©