Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L'accusa è concussione: favori sessuali in cambio di fondi

Mantova: sindaco Pd indagato, ma la vittima nega


Il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi
Il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi
24/11/2017, 17:03

MANTOVA - Il sindaco di Mantova Mattia Palazzi (eletto nelle file del Pd) è indagato per concussione. Ne dà notizia la Gazzetta di Mantova, che specifica che secondo 'accusa il sindaco avrebbe chiesto favori sessuali alla rappresentante di una associazione culturale cittadina in cambio di contributi pubblici. Ma qui si è aperto il giallo. Perchè la presunta vittima nega ci sia stata qualsiasi richeista in tal senso. E, da quello che risulta, il Comune avrebbe solo dato il proprio patrocinio ad una iniziativa della associazione culturale. Quindi, su che base è stato datoil via all'indagine? Solitamente, in un caso del genere, si parte dalla denuncia della vittima o di una persona vicina; ma qui chi è stato a dare il via alle indagini? 

Dal canto suo, il sindaco Palazzi nega alla Gazzetta qualsiasi coinvolgimento: "Non ho mai chiesto favori a nessuno abusando del mio ruolo di sindaco, conosco quella signora ma non vi è mai stato nulla di privato con lei. Alla fine il Comune concesse solo il patrocinio a una iniziativa dell'associazione. Io ho una sola certezza, nella mia vita non ho mai chiesto favori a nessuno in cambio di una collaborazione con il Comune, abusando del mio ruolo di sindaco. Ciò mi dà la forza di rimanere dentro questa vicenda, che nelle ultime ventiquattro ore mi ha sconvolto". Ha anche chiesto alla Procura di essere ascoltato al più presto per chiarire la sua posizione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©