Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sottosegretario De Mistura in partenza per l’India

Marò, nuovo rinvio: l’Alta Corte prende ancora tempo

Terzi: Vicenda complessa. Soluzione non immediata

Marò, nuovo rinvio: l’Alta Corte prende ancora tempo
30/03/2012, 15:03

ROMA - Massimiliano Latorre e Salvatore Girone trascorreranno in carcere anche questo nuovo fine settimana. L’Alta Corte del Kerala, infatti, sembra essere intenzionata a prendersi tutto il tempo possibile prima di pronunciarsi sul loro caso. Era prevista questa mattina la decisione sul ricorso italiano, con il quale si sostiene che la giurisdizione del caso debba essere italiana, visto che la Enrica Lexie al momento dell’ormai famoso incidente dello scorso 15 febbraio, si trovava in acque internazionali: ma la seduta si è conclusa con una nuova fumata nera e di conseguenza ogni decisione è stata rimandata a lunedì prossimo.
Mentre i due fucilieri restano in carcere, con l’accusa di aver ucciso due pescatori indiani, il loro caso è stato trattato anche durante l’incontro alla Farnesina, tra il ministro degli Esteri Giulio Terzi e i rappresentanti dei partiti che sostengono la maggioranza. La vicenda dei due marò è complessa e la soluzione non sarà immediata: è questo, secondo quanto riferito da un partecipante all’incontro, l’esito della riunione di questa mattina. Nulla di nuovo, dunque, sul caso dei due fucilieri trattenuti in India, se non il fatto che il ministro Terzi è tornato a ribadire che il governo sta facendo il possibile perché la questione si risolva e ad assicurare che le condizioni dei due marò sono buone.
Intanto, mentre il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, ha incontrato a New Delhi il collega indiano, A K Antony, ribadendogli la richiesta di trasferire i due militari in una struttura più idonea e di garantire loro cibo italiano, è nuovamente in partenza per l’India, il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura, che ha già trascorso lì tre settimane, dal 22 febbraio al 14 marzo. Il suo compito sarà ancora una volta quello di verificare lo stato dei due uomini italiani e intrattenere i rapporti diplomatici con le autorità indiane.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©