Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MARCELLETTI: DETENZIONE MATERIALE PEDOPORNOGRAFICO TRA LE IPOTESI DI REATO


MARCELLETTI: DETENZIONE MATERIALE PEDOPORNOGRAFICO TRA LE IPOTESI DI REATO
06/05/2008, 20:05


Carlo Marcelletti, direttore della Divisione di Cardiochirurgia pediatrica del Civico di Palermo, è attualmente agli arresti domiciliari con l’accusa di concussione, truffa e peculato. Il provvedimento è stato adottato nell’ambito di un’indagine condotta dalla Finanza e dalla Mobile di Palermo. L’attività è coordinata dal Pm di Palermo Fabrizio Vanorio.


Il gip di Palermo, che ha accolto la richiesta della procura delle repubblica di Palermo, ha ritenuto sussistenti a carico di Marcelletti due episodi di concussione, 5 di truffa aggravata al servizio sanitario nazionale e 8 di peculato ai danni dell’ospedale Civico, pronto tra l’altro a costituirsi Parte civile.

Ma il cardiochirurgo sarebbe indagato dalla Procura di Palermo anche per il reato di detenzione di materiale pedopornografico.


La misura restrittiva della libertà per Marcelletti, se confermata dalla magistratura all’ordine dei Medici, comporterà la sospensione automatica del chirurgo dalla categoria, così come previsto dalla legge professionale. A confermare la procedura è stato il presidente nazionale dell’ordine dei Medici Fnomceo, Amedeo Bianco. L’atto è automatico e scatterà appena la magistratura comunicherà ufficialmente gli atti. L’Ordine di Roma, dove Carlo Marcelletti è iscritto, ha già aperto la procedura.

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©