Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sul tavolo, l'eliminazione di diritti per i lavoratori

Marchionne incontra Bonanni e Angeletti, non la Camusso


Marchionne incontra Bonanni e Angeletti, non la Camusso
16/10/2012, 12:00

ROMA - L'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne si prepara a colpire ancora gli stipendi e i diritti dei lavoratori. Lo dimostra l'incontro, preparato in segreto, che è in corso questa mattina a Roma con i sindacalisti. Ci sono le delegazioni di Cisl e Uil guidate da Bonanni e Angeletti, ma manca la Camusso con la Cgil e la Fiom. Non è certo una coincidenza, vistoc he finora Angeletti e Bonanni hanno sempre appoggiato le scelte di Marchionne contro i lavoratori della Fiat, a cominciare dalla chiusura di Irisbus e di Termini Imerese, fino al referendum di Pomigliano d'Arco e così via. 
Alla base, ci sono le recenti dichiarazionic he dimostrano come Marchionne desideri quella che lui ha definito "maggiore flessibilità che dia agli imprenditori lo spazio di manovra e ai lavoratori la protezione dalle logiche di mercato". Che, tradotto in termini semplici, vuol dire meno diritti per i lavoratori italiani, stipendi più bassi e/o un maggior numero di ore lavorate.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©