Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I genitori hanno passato la notte insonne a cercare notizie

Mariani: "Dopo 440 giorni all'inferno, sono tornata in paradiso"

E' stata sequestrata il 2 febbraio 2011 nel sud dell'Algeria

Mariani: 'Dopo 440 giorni all'inferno, sono tornata in paradiso'
18/04/2012, 16:04

 

ROMA - E' tornata in Italia Mariasandra Mariani. Ieri la notizia della liberazione, oggi il rientro in Patria. Alle 8:10 di questa mattina la donna toscana di 54 anni, tenuta in ostaggio per 14 mesi nel deserto del Sahara da rapitori della fazione magrebina di Al Qaeda (Aqmi), è atterrata con un volo proveniente dal Burkina Faso all'aeroporto militare di Ciampino. Appena scesa dalla scaletta, la donna ha abbracciato tre suoi parenti. E' apparsa molto dimagrita.
L'area di atterraggio è rimasta chiusa ai giornalisti e ai cameraman. Le automobili che hanno accompagnato Mariasandra Mariani hanno lasciato l'aeroporto velocemente, mentre la donna è stata vista solo per una frazione di secondi attraverso il finestrino. Dopo aver raggiunto la Farnesina, è stata accompagnata alla Procura di Roma, dove è stata ascoltata dal pm Francesco Scavo nell'ambito dell'inchiesta aperta dopo la sua cattura dagli inquirenti del pool antiterrorismo. C'è ancora uno stretto riserbo sulle modalità e sul luogo esatto del rilascio. Alcuni media hanno parlato di tre milioni di euro di riscatto, ma la notizia è stata smentita dalla Farnesina, che ha tenuto a precisare: "Il governo italiano non paga riscatti". Prima di lasciare l'Africa e partire per Ciampino, la donna è stata ospitata in un albergo di Ouagadougou, capitale del Burkina Faso.
 

AGGIORNAMENTO ORE 16:40

"Sono stata più di 440 giorni all'inferno, per questo ora posso dire di essere tornata in paradiso" ha ripetuto Marisandra Mariani al telefono con il padre Lido. La donna ha detto anche di aver conservato gli abiti indossati durante il sequestro: "Non li ho buttati via perché me li porterò a casa, a San Casciano dove li brucerò". In Toscana i genitori hanno detto di aver passato tutta la notte davanti alla televisione in cerca di qualche notizia della loro figlia. "Abbiamo vissuto quasi in diretta il rientro di Marisandra - hanno dichiarato Lido e Fiammetta -. Lei in volo su un aereo che stanotte l'ha riportata in Italia, noi svegli fino a notte fonda a sentire se la tv diceva qualcosa. Non abbiamo chiuso occhio". All'aeroporto militare di Ciampino sono andati Marisandra è stata accolta dalla sorella Mariangela e i cugini Alessio e Gaia.
"La Farnesina attraverso l'unità di crisi ha assicurato la coerenza e l'efficacia della complessiva azione svolta per arrivare a questo risultato" è il messaggio del capo dell'Unità di crisi Claudio Taffuri, che stamane ha incontrato Marisandra all'aeroporto. "L'unità di crisi ha costantemente seguito nell'arco di questi 14 mesi tutte le complesse e delicate fasi che hanno portato alla liberazione di Marisandra Mariani". Anche le autorità algerine hanno espresso felicità per la liberazione della donna toscana e soprattutto la speranza che tutti gli altri ostaggi di qualunque nazionalità siano al più presto liberati.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©