Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Coppa America 2013 a Napoli non poteva cominciare peggio

Mario Hubler indagato sul disastro ambientale di Bagnoli


.

Mario Hubler indagato sul disastro ambientale di Bagnoli
11/04/2013, 15:36

NAPOLI – Le regate 2013 della Coppa America in terra napoletana non potevano cominciare nel peggiore dei modi. Non si è giunti nemmeno all’inaugurazione dell’evento internazionale che già la città inizia a “perdere” i pezzi partendo dai vertici delle istituzioni. E se al sindaco di Napoli de Magistris i napoletani hanno consegnato il foglio di via con la richiesta esplicita di sgombrare, Mario Hubler, invece, si è visto raggiungere dalle indagini della procura sul Disastro Ambientale dell’area di Bagnoli, per la quale i Carabinieri del NOE hanno proceduto oggi al sequestro preventivo dell’intera area. Mario Hubler, ex direttore generale di Bagnoli Futura spa nel periodo 2007-2012, e attuale numero 1 di ACN (America’s Cup Napoli), la società di scopo nata per gestire le regate partenopee di Coppa America compare tra le 21 persone indagate per truffa allo stato e disastro ambientale per i siti ex siderurgici di Bagnoli.  Noi della Julie ci siamo occupati da tempo dell’ex Italsider, e delle evoluzioni di quell’area che era stata individuata anche come location del Forum Universale delle Culture. Infatti proprio nell’area sottoposta a sequestro, sarebbe dovuta nascere la città del Forum delle Culture, un polo hi-tec di nuova concezione che avrebbe dovuto ospitare l’evento universale. La bonifica di quest’area per l’evento che dovrebbe partire a giorni ma che non ha neppure più una sede, ha condotto a sperperare milioni e milioni di euro, si parla di 107 milioni, a fronte di nulla, anzi, a tutto oggi l’area in questione è esattamente com’era prima che avesse luogo qualsiasi tipo di intervento. Hubler, direttore generale della partecipata di palazzo S. Giacomo per oltre un lustro non poteva non sapere di questa vergognosa situazione come anche dell’ipotizzato conflitto di interessi che la procura  sottolinea in merito agli interventi di bonifica da parte degli Enti preposti. E mentre Napoli affoga nel degrado e nella crisi che sta distruggendo il tessuto economico della città per l’incuria ed il menefreghismo istituzionalizzato, mister 10mila euro al mese solo per gestire ACN è incappato in una ulteriore grana e dovrà spiegare ai giudici come mai, nonostante i fiumi di denaro che, in vari lotti, hanno raggiunto l’area, sia la colmata che l’ex perimetro siderurgico si trovino ancora lì in bella mostra ad imperituro ricordo che i soldi hanno odore né sapore, poi però condiscono ogni cosa..

 

Commenta Stampa
di Girolamo Savonarola
Riproduzione riservata ©

Correlati

13/04/2013, 14:54

NAPOLETANI: HUBLER DIMETTITI!