Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il figlio 14enne scopre i cadaveri

Marito e moglie si accoltellano


Marito e moglie si accoltellano
08/05/2010, 19:05

SIRACUSA - E' stata una lite familiare finita nel sangue a determinare la morte di due coniugi siracusani, Francesco Giuspino e Corrada Raspone, coppia in procinto di separarsi. Una lite avvenuta poco dopo le ore 13,30 nella loro abitazione in via Catania 68, ad Avola, in provincia di Siracusa, ha portato i due coniugi, rispettivamente di 46 e 41 anni, a compiere un atto estremo, quello di accoltellarsi vicendevolmente, fino alla morte.

A scoprire la duplice tragedia al ritorno da scuola è stato il figlio di 14 anni che, sconvolto, è corso a correre aiuto ad un vicino di casa, il quale ha chiamato i carabinieri. Immediatamente sono intervenuti i militari della Compagnia di Noto e quelli della locale Stazione, che hanno rinvenuto accanto ai cadaveri tre coltelli da cucina insaguinati, a testimonianza del fatto che, data la posizione di corpi senza vita, i coniugi si sono reciprocamente feriti in maniera mortale. Il medico legale e il sostituto procuratore Fantechi, infatti, hanno spiegato che i due si sarebbero inferti colpi letali al punto da non riuscire ad invocare i soccorsi e, inevitabilmente, morire all'interno dell'abitazione.

Tra le altre, la ferita che quasi certamente ha provocato la morte della donna è stata quella alla gola; l'uomo, invece, presentava diverse ferite nella zona addominale. I corpi, poi, sono stati trasferiti all'obitoro di Siracusa dove, su disposizione del magistrato, il medico legale nei prossimi giorni effettuerà l'autopsia.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©