Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma devastata, il rammarico della Santa Sede

Maroni: "Evitato il morto, ai criminali punizioni esemplari"

Visionati video degli scontri, è caccia ai teppisti

Maroni: 'Evitato il morto, ai criminali punizioni esemplari'
16/10/2011, 17:10

ROMA – Filmati sotto la lente d’ingrandimento, ambienti estremisti passati al setaccio, perquisizioni. La linea dura contro il gruppo di manifestanti entrano in azione a Roma non si farà attendere. Perché quello che è accaduto per le strade della capitale avrebbe potuto avere un esito ancor più drammatico.  “Quello che è successo ieri a Roma è un fatto di inaudita gravità che va condannato da tutti senza esitazioni. Ringrazio ancora una volta le forze dell'ordine, il prefetto, il questore perchè solo grazie ad un'equilibrata gestione dell'ordine pubblico si è evitato che ci scappasse il morto. Il rischio era concreto perchè i violenti si sono volutamente fatti scudo del corteo”. Le dichiarazioni del ministro dell'Interno Roberto Maroni a proposito degli incidenti avvenuti sabato nella capitale suonano come un monito. I responsabili non resteranno impuniti, ed il titolare del dicastero si sta già muovendo. Il capo del Viminale ha chiesto infatti di visionare i video degli scontri a Roma per poter infliggere “punizioni esemplari” ai “veri e propri criminali” che sono stati protagonisti della guerriglia urbana. Maroni riferirà martedì al Senato: “In quella sede illustrerò le iniziative che intendo assumere per evitare che quanto accaduto ieri possa tornare a ripetersi in futuro”.
“Il paese - ha osservato Maroni in una dichiarazione a Sky tg - non può dividersi di fronte alla violenza. Ieri è successo un fatto di inaudita gravità, va condannato da tutti senza esitazione”.
E si fa sentire anche il Vaticano. Quelle immagini della statuetta della Madonnina distrutta da un manifestanti hanno fatto il giro del mondo. E la Santa Sede, per bocca di padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, commenta i disordini: "Esprimiamo condanna per violenze immotivate e gli atti di offesa alla sensibilità dei credenti compiuti ieri". 

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©