Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Collaboreranno Regioni, province e comuni

Maroni: piano per distribuire 50 mila migranti in Italia


Maroni: piano per distribuire 50 mila migranti in Italia
22/03/2011, 14:03

ROMA - Riunione di emergenza oggi, a Roma, tra il Ministro dell'Interno Roberto Maroni e i rappresentanti delle regioni, dell'Upi (Unione province italiane) e dell'Anci (Associazione nazionale comuni italiani). All'ordine del giorno, la situazione di Lampedusa negli ultimi mesi, con i numerosi sbarchi di migranti provenienti quasi sempre dalla Tunisia. Al termine della riunione, il Ministro ha annunciato che verrà elaborato un piano che permetterà di "assorbire" sul territorio italiano fino a 50 mila migranti senza problemi. La divisione, con l'aiuto di regioni, province e comuni, verrà fatta in proporzione alla popolazione esistente, sia pure con qualche attenuante per quelle regioni che già hanno una forte componente di immigrazione, come la Sicilia e la Calabria, o quei casi particolari come l'Abruzzo, che deve scontare i guai della ricostruzione.
Gli enti locali, ognuno per la propria parte, hanno dato il loro consenso per il piano, ma si sono riservati di decidere concretamente solo nel momento in cui riceveranno i dati precisi su quanti immigrati ognuno di loro dovrà ricevere. Maroni ha anche specificato che questa operazione costerà, ma i soldi verranno attinti dai fondi della Protezione Civile, a cui è stato dato il compito di preoccuparsi dell'emergenza umanitaria.
UIn ogni caso, siamo lontani da questa cifra. Finora dalla Tunisia sono arrivate 15 mila persone, quasi tutti giovani sotto i 35 anni e maschi. Un'intera generazione che praticamente sta lasciando il proprio Paese perchè lì non ha prospettive. Per questo il Ministro dell'Interno ha annunciato che intende dialogare conle autorità tunisine affinchè mettano fine a questo flusso ininterrotto

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©