Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A gennaio nuovo interrogatorio per Marrazzo

Marrazzogate: spunta il nome di Paloma


Marrazzogate: spunta il nome di Paloma
30/12/2009, 20:12

ROMA – Anno nuovo, nuovo interrogatorio per Piero Marrazzo. L'ex presidente della Regione Lazio, sarà sentito per la terza volta dalla procura di Roma. Il procuratore aggiunto della capitale, Giancarlo Capaldo, e il pubblico ministero, Rodolfo Sabelli, titolari delle indagini sui ricatti che avrebbe subito Marrazzo, hanno fissato l’audizione per i primi giorni del 2010.  Ai primi di gennaio, dunque, si procederà all'indagine sui “quattro carabinieri infedeli” che hanno smascherato il “Marrazzogate”. Per l’ex conduttore Rai, l’interrogatorio verterà sulla sua presunta frequentazione con un’altra trans. Dopo le confermate amicizie con Brenda, trovata morta nel suo appartamento in via Due Ponti a Roma, e Natalie, Marrazzo dovrà ora chiarire i presunti rapporti che avrebbe avuto con un'altra persona la cui identità è stata identificata in <Paloma>. Si tratterebbe, infatti, di un trans di origini brasiliane con cui Marrazzo avrebbe avuto incontri anche nella stessa sede della Regione Lazio. La trans, inoltre, ha alimentato la questione ammettendo di aver ricevuto dall’ex presidente della Regione una lauta somma pagata in banconote da 500euro. La notizia è stata riportata dal giornale “La Repubblica” è ha fatto scattare l’immediata replica del legale di Piero Marrazzo. «Leggo con preoccupazione e sgomento le dichiarazioni rese, secondo La Repubblica, da una transessuale di nome Paloma, - ha affermato l'avvocato Luca Petrucci - la quale avrebbe raccontato di aver incontrato Piero Marrazzo addirittura negli uffici della presidenza della Regione Lazio. Quanto dichiarato dalla trans è assolutamente calunnioso e dalla stessa descrizione dei luoghi si evince la assoluta falsità di queste dichiarazioni delle quali, se confermate, la stessa sarà chiamata a rispondere». Una nuova grana per l’ormai ex politico, che vede così peggiorare la sua condizione. Sale intanto a tre nomi la lista delle partecipanti all’ “harem marrazziano”, starà però ai giudici decidere se la new entry sia realmente una persona al corrente dei fatti o un’abile cacciatrice di prime pagine dei quotidiani nazionali.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©