Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ex Presidente del Lazio racconta tutta la vicenda ai Pm

Marrazzo:"Pagai perchè ero terrorizzato. Mai usato cocaina"


Marrazzo:'Pagai perchè ero terrorizzato. Mai usato cocaina'
01/11/2009, 12:11

ROMA - Sul caso Marrazzo è stato detto e ridetto praticamente tutto. Incluse autosospensione, dimissioni, vita privata distrutta e solidarietà un po' ipocrita da parte di chi prima lo avevo messo alla berlina .
Ci sono però le dichiarazioni dettagliate che, l'ex presidente del Lazio, ha lasciato ai Pm Giancarlo Capaldo e Rodolfo Sabelli che meritano uno sguardo approfondito. "Ho conosciuto Natalie per strada- racconta Marrazzo- ed ho deciso di avere un incontro a pagamento con lei".
Il luogo era l'appartamento in via Gradoli e la cifra pattuita (abbastanza elevata per una sola notte) era di ben 5000 euro. Riguardo la cocaina l'ex conduttore de "Mi manda Raitre" pare non avere dubbi: "Non ne ho fatto mai uso; probabilmente è stata messa li dopo".
Se così fosse, il politico sarebbe stato vittima dell'ennesimo scandalo sessuale abilmente orchestrato. Anche la dinamica della vicenda apparre piuttosto chiara: Marrazzo racconta di essere entrato in camera e di essersi spogliato solo a metà. Poi, subito dopo, l'irruzione dei carabinieri senza che i due che si trovavano nella stanza avessero consumato. "Ero terrorizzato e del video non mi ero accorto. Volevano dei soldi ed io staccai loro diversi assegni da 10.000 e 5000 euro", commenta la vittima dell'estorsione. Un pagamento non avvenuto per paura, dunque.
Eppure la domanda rimane ancora la stessa: può bastare uno scandalo sessuale che, per quanto grave, resta comunque di ordine molto personale a far lasciare una carica istituzionale così prestigiosa? Soprattutto ora che Marrazzo nega con forza l'utilizzo della cocaina e dopo che, sempre Marrazzo, aveva precisato che "Non c'è stata nessuna conseguenza negativa nello svolgimento del mio mandato politico". Può questo enorme imbarazzo lussurioso aprire la strada verso i presunti illeciti ammistrativi dell'ex Presidente del Lazio? Sono solo illazioni o c'è qualcosa di vero? Perchè si parla solo della notte trascorsa con il transessuale e non delle vicende politico-amministrative del politico militante nel Partito Democratico? Possibile che si tema di più il giudizio morale che la giustizia? Il verdetto si spera che non sarà lasciato ai posteri!

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©