Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Consumatori orientati a prodotto di lunga durata

Materasso, agli italiani piace tecnologico

Crescono del 10% le vendite del più innovativo dei materiali

Materasso, agli italiani piace tecnologico
05/01/2011, 14:01


MILANO - Hi-tech e materiali innovativi conquistano gli italiani anche a letto. Il materasso in materiale visco-elastico, il più "tecnologico" tra quelli in commercio, continua a registrare un incremento nelle vendite. E' quanto emerge dai dati Databank che, per il 2009, hanno riscontrato uno spostamento dei consumi nazionali in materia di riposo: prevalgono le schiume poliuretaniche a discapito delle tecnologie più tradizionali, ovvero delle molle e del lattice. Un trend avviato già nel 2008 quando le statistiche avevano registrato un crollo del 12.5% nella vendita dei materassi a molle e una riduzione del 3.5% per il lattice, sempre confrontando i dati dell'anno precedente. I consumatori sembrano sempre più orientarsi quindi verso il materasso visco-elastico: più 10% nelle vendite del 2009. Una tendenza confermata anche nel corso del 2010. «La tecnologia applicata al "mondo del riposo" è una novità che sta prendendo piede anche in Italia» dice Alberto Bergamin, amministratore delegato di Tempur Italia. Guardata all'inizio con un po' di diffidenza, negli ultimi anni sta riscuotendo un sempre crescente interesse. «I progressi che sono stati fatti nella costruzione dei materassi, con l'utilizzo di materiali nuovi, hanno portato ad alcuni vantaggi in termini di qualità del riposo e di durata nel tempo».
Del resto, il materasso a molle è un'invenzione che risale addirittura al diciannovesimo secolo. Da allora sono stati fatti passi da gigante, sia nello studio del riposo migliore, sia nella progettazione di nuovi materiali che potessero rispondere alle esigenze del "buon riposo". Prosegue Bergamin: «Il materiale visco-elastico è il più innovativo tra quelli in commercio e consiste in una particolare schiuma che si conforma perfettamente al corpo. Termosensibile, sfrutta il calore del corpo e si modella intorno rendendolo adatto a qualsiasi peso e statura, consentendo alla spina dorsale di riposare al meglio».
La scelta di un materasso viene fatta prevalentemente sulla base di due caratteristiche: la durata nel tempo e il supporto al corpo. Secondo un'indagine condotta da Wilke e commissionata da Tempur che si è svolta nel dicembre 2009, gli italiani hanno indicato come prima caratteristica la durata del materasso. Ben l'84% degli intervistati fa attenzione a quando potrebbe essere costretto a sostituirlo. L'83% ne fa anche una questione di qualità: quindi facendo attenzione al fatto che il materasso possa fornire un buon supporto per il corpo, sia di alta qualità e dia un corretto sostegno alla schiena. «Sono caratteristiche alle quali il materiale visco-elatico risponde in modo esemplare -prosegue Bergamin-. Tempur garantisce la durata di un materasso visco-elastico, attualmente il top della gamma, per 15 anni. Questo speciale materiale, inoltre, fornisce un supporto adeguato alla schiena, permettendo alla spina dorsale di riposarsi in una posizione naturale».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©