Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La sinistra diventa 'dirimpettaia' di Casapound

Materdei, i centri sociali occupano l'ex scuola Schipa


Materdei, i centri sociali occupano l'ex scuola Schipa
04/11/2009, 19:11

NAPOLI – I centri sociali continuano la loro lotta contro l'occupazione di un ex convento da parte di attivisti di destra. Il passo successo è l'occupazione dell'ex scuola Schipa, in via Salvator Rosa, nei pressi della fermata della metropolitana, proprio nel quartiere dove si sono insediati i ragazzi di CasaPound. Le due strutture occupate non distano che pochi metri. Sinistra e destra sono adesso, si potrebbe dire, 'dirimpettai'.
L'occupazione è stata messa in atto da un centinaio di persone, tra studenti, attivisti di sinistra e precari. Un “blitz” chiaramente provocatorio, che arriva pochi giorni prima della tre giorni antifascista, proprio da loro organizzata nel quartiere. “Nel giorno della “celebrazione” delle forze armate e delle guerre che esportano in tutto il mondo, - si legge in un comunicato della Rete antifascista, - esponiamo uno striscione con la scritta “Case e Servizi sociali per tutti/Guerra, Razzismo e Fascismo per Nessuno!””.
“L'occupazione, - si legge ancora nella nota, - è a ridosso del quartiere Materdei, dove da due mesi un gruppo fascista gestisce una struttura pubblica per predicare il suo squadrismo”. Non è chiaro se gli attivisti vogliano 'tenere' l'edificio solo fino a domenica (quindi alla conclusione della 'tre giorni'), ma pare che questa struttura, anche se finora non c'è nessun comunicato ufficiale in proposito, si unirà all'elenco delle altre occupazioni della sinistra (Insurgenzia ai Colli Aminei, il laboratorio Ska in piazza del Gesù ed Officina 99 a Gianturco, ex stabilimento acquistato alcuni anni fa dal Comune di Napoli).
“In questi giorni, - prosegue il comunicato, relativamente alle iniziative rivolte al sociale, - sarà aperto uno sportello di informazione sul diritto alla casa dentro l'occupazione e rivendichiamo il riutilizzo sociale di questa struttura anch'essa, come tante altre nella città, abbandonata dall'incuria delle istituzioni”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©