Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Circondato e senza via di fuga

Maurizio Ferraiuolo, un boss sui tetti

IMMAGINI ESCLUSIVE

.

Maurizio Ferraiuolo, un boss sui tetti
15/06/2012, 15:06

NAPOLI – Ricorda tanto uno di quei film polizieschi all’americana la cattura rocambolesca di Maurizio Ferraiuolo, il boss della Maddalena e figura di spicco del clan Stolder. Un blitz in grande stile dei Carabinieri che lo hanno stanato nel suo covo di Casoria, un normale appartamento al 4 piano della prima traversa di Via Diaz, uno di quelle dimore che non danno nell’occhio ma che nascondono un temibilissimo criminale e le sue armi. Una ventina gli uomini che hanno circondato lo stabile costringendo l’uomo a tentare la fuga sui tetti del palazzo. Una fuga breve e circoscritta anche dal monitoraggio di tutta l’area effettuato da un elicottero. A questo punto, Ferraiuolo, braccato dagli uomini dell’arma, si è avvicinato al cornicione con l’intento di lanciarsi nel vuoto. Ci sono volute oltre due ore per convincere l’uomo a desistere dal suo intento suicida e consegnarsi alla Giustizia. Il boss deve scontare l’ergastolo per un omicidio commesso 14 anni fa.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©